Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Tassa sulle transazioni finanziarie: l'Italia è finalmente della partita

Si è svolta questa mattina a Lussemburgo la riunione del Consiglio Ecofin dell'Unione Europea con all'ordine del giorno la discussione circa l'introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie attraverso il meccanismo della cooperazione rafforzata. Come previsto dal trattato di Lisbona, per l'avvio della procedura di cooperazione rafforzata occorre l'adesione di almeno 9 Paesi Europei.  Stando ai risultati della riunione di oggi, gli Stati membri dell'Unione Europea che hanno aderito sono 11 ...

Leggi tutto ...

Tassiamo gli speculatori: firma l'appello

Il 18 e il 19 ottobre i capi di Stato e di governo della Ue discuteranno, nel Consiglio europeo convocato a Bruxelles, l'istituzione della Tassa sulle transazioni finanziarie (Ttf): un'imposta dello 0,1% da applicare sugli acquisti e le vendite degli strumenti finanziari di carattere speculativo e dello 0,01% da applicare sui cosiddetti derivati, "colpevoli" come si sa di gravissime distorsioni sui mercati ...

Leggi tutto ...

Il Forum della Cooperazione Internazionale raccomanda la Tassa sulle Transazioni Finanziarie

La Campagna ZeroZeroCinque esprime soddisfazione per i risultati dei lavori preparatori al Forum sulla Cooperazione Internazionale e chiede a Monti un ruolo più incisivo dell'Italia nell'immediata introduzione della Tassa sulle Transazioni Finanziarie tramite il meccanismo della cooperazione rafforzata ...

Leggi tutto ...

Il successo della conferenza sulla decrescita

Cosa può aver spinto 700 persone di 47 paesi diversi ad andare a Venezia pagandosi viaggio, alloggio e centodieci euro di quota di iscrizione per assistere ad una conferenza di cinque giorni sulla decrescita? Evidentemente l’idea della decrescita, come fuoriuscita netta dall’imperativo sempre più ossessivo e minaccioso dell’incremento della produttività, della competitività e del profittevole (“crescita o morte”), è compresa con favore da molte persone e da gruppi ...

Leggi tutto ...

Per una nuova finanza pubblica: un appello

Attac Italia, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Re:Common, Rivolta il Debito e Smonta il Debito invitano ad aderire ad un progetto politico che affronta alla radice tre questioni centrali per l'Italia: il debito pubblico, il sistema bancario e le politiche fiscali. Tre le proposte. Una riguarda la necessità di riappropriarsi di una banca pubblica per gli investimenti, la Cassa depositi e prestiti ...

Leggi tutto ...

Una guida al debito pubblico

Tutti (a parole) contrastano il debito. Pochissimi ne conoscono la natura. Nessuno cerca di spiegarlo a chi più ne patisce gli effetti. Per invertire la rotta, il Centro nuovo modello di sviluppo (Cnms, www.cnms.it) ha lanciato la campagna “Debito pubblico: se non capisco non pago”, mettendo in rete una dispensa informativa da far circolare il più possibile ...

Leggi tutto ...

Risposta di Finance Watch al Parlamento europeo riguardo a Libor e Euribor

Finance Watch ha risposto oggi a un questionario del Parlamento europeo sulla manipolazione del mercato e sui parametri di riferimento. La risposta di Finance Watch chiede che vengano regolati i meccanismi di Libor e Euribor dato che parametri di riferimento con un così grande impatto sull'economia e l'interesse pubblico non dovrebbero essere lasciati solamente a interessi privati​​ ...

Leggi tutto ...

L’impresa di un’economia diversa

Pubblichiamo il documento finale del decimo forum di Sbilanciamoci! tenuto a Capodarco di Fermo 7-9 settembre 2012 e il link ai video degli interventi. La crisi italiana si fa più grave, la recessione è estesa in tutta Europa, la disoccupazione supera il 10% e colpisce un terzo dei giovani. È questo il risultato di cinque anni di crisi e delle politiche di austerità imposte dalla finanza e dall’Europa ...

Leggi tutto ...

Cambiare rotta per uscire dalla crisi

Dal 7 al 9 settembre a Capodarco di Fermo torna l'appuntamento annuale con la contro-Cernobbio di "Sbilanciamoci!" (di cui anche Ae fa parte). Il dibattito politico non affronta il merito dei problemi economici e sociali. La politica dimentica i soggetti sociali e il loro disagio. Per discutere dei contenuti e delle alternative concrete, la campagna Sbilanciamoci! riunisce associazioni, esperti e movimenti alla decima edizione della “Contro-Cernobbio” ...

Leggi tutto ...

Marinaleda, l’oasi rossa che sfida la crisi

Questa cittadina in Andalusia non conosce disoccupazione e prospera all’ombra della sua cooperativa agricola. Mentre la politica d’austerity imperversa in tutta la Spagna, il sindaco della città, Juan Manuel Sanchez Gordillo, si è messo alla testa di un movimento di resistenza popolare. In questi ultimi giorni Juan Manuel Sánchez Gordillo ha fatto notizia in prima pagina su tutti i giornali per aver condotto una “espropriazione forzata” di alcuni prodotti alimentari – distribuiti poi ai più bisognosi – in parecchi supermercati ...

Leggi tutto ...

Il primo aiuto del correntista è il correntista: il progetto GACC Finansol

Si sentono sempre più spesso cittadini che si lamentano delle banche. Cittadini che dicono di vivere tutti i giorni sulla loro pelle i costi delle commissioni bancarie. Le banche italiane sembrano, per questi cittadini, partire dal presupposto di fare un favore, tra l’altro ben remunerato, nel gestire i soldi che i clienti prestano loro e di richiedere onerosi interessi quando (quando?) sono loro a prestarglieli ...

Leggi tutto ...

Un mondo diverso già esiste, parola di "Bilanci di giustizia"

Le famiglie aderenti alla rete dedicano il loro incontro annuale al tema "Vogliamo crescere decrescendo". A partire dai numeri, quello dei "bilanci" familiari mensili analizzati dalla segreteria, è possibile scoprire che ci sono in Italia persone in grado di aiutare il governo a capire "come uscire dalla crisi", cambiando stile di vita ...

Leggi tutto ...

Se un'azienda in crisi rifiuta una commessa militare

I lavoratori della Morellato, società in provincia di Pisa che si occupa di impiantistica rinnovabile, sono in cassa integrazione. Quando una società del gruppo Finmeccanica propone una commessa, l'azienda si confronta al proprio interno e con la rete dell'economia solidale di Pisa. E alla fine rifiuta, in nome dell'etica. Sembra una storia di altri tempi, ma accade nell’Italia della crisi sociale e del realismo economico ...

Leggi tutto ...

La calda stagione della cooperazione rafforzata

L’autunno che verrà si preannuncia caldissimo. Già a Settembre o a Ottobre i paesi promotori della cooperazione rafforzata dovrebbero avviare la procedura in questione, inviando una formale lettera di intenti alla Commissione Europea. Saremo vigili e insieme a tutti voi, faremo pressione sul nostro esecutivo perché la tassa abbia la più ampia base imponibile possibile, perché il rischio di elusione sia minimizzato, perché il costo della TTF non sia spalmato sui cittadini e risparmiatori ...

Leggi tutto ...

Conferenza stampa del Presidente del Consiglio Monti a margine del Consiglio Europeo

"Il motivo che ci tratteneva dal dire sì alla Tobin Tax era che ci interessava ottenere quello che adesso abbiamo ottenuto" ha dichiarato il Presidente Monti. Attendiamo a questo punto la partecipazione senza esitazioni dell'Italia alla procedura di cooperazione rafforzata lanciata dalla Francia e dalla Germania e a cui si fa esplicito riferimento (a pag.13)  delle conclusioni del vertice. L'orizzonte temporale è ora dicembre 2012! L'Italia non può più permettersi di titubare o fare passi indietro ...

Leggi tutto ...

Mutua Auto Gestione, in Piemonte l’economia solidale incontra il biologico

La cooperativa MAG4, la Mutua Auto Gestione del Piemonte, ha recentemente deciso di finanziare il consorzio CRAB, realtà nata nel 2001 e attiva nel campo della promozione e divulgazione scientifica nel settore dell'agricoltura biologica. Un esempio di come le alternative al sistema economico-finanziario si stiano concretamente muovendo per il cambiamento ...

Leggi tutto ...

Un importante risultato verso l'introduzione della Tassa sulle Transazioni Finanziarie

É con soddisfazione che la Campagna ZeroZeroCinque registra gli importati progressi raggiuntisi oggi alla riunione dei Ministri delle Finanze a Lussemburgo e al vertice svoltosi a Roma tra i leader di Francia, Germania, Italia e Spagna. Come auspicato dalla nostra Campagna la prospettiva di procedere all'introduzione di questa tassa per opera di una coalizione di stati europei, attraverso lo strumento giuridico della cooperazione rafforzata, è ora un'opzione reale ...

Leggi tutto ...

I movimenti all’Assemblea degli azionisti di Intesa Sanpaolo

Gli attivisti della campagna “Ferma la banca” e dei movimenti No Tav Torino, No Tem e No Grat hanno organizzato un colorato presidio fuori dalla sede torinese di Banca Intesa Sanpaolo in occasione della Assemblea degli azionisti. Due attivisti della campagna “Ferma la banca” sono intervenuti in assemblea in qualità di “azionisti critici” per mettere in luce l’insostenibilità ambientale e finanziaria degli investimenti e delle scelte della banca nel campo delle grandi opere ...

Leggi tutto ...

Un nuovo sì dal Parlamento Europeo alla Tassa sulle Transazioni Tinanziarie

A stragrande maggioranza, 487 voti a favore su 685, il Parlamento Europeo ha votato ieri a favore di una tassa europea sulle transazioni finanziarie. La Campagna accoglie molto positivamente questo nuovo importante traguardo e ringrazia gli europarlamentari italiani che hanno sostenuto questa causa. Il Parlamento Europeo ha confermato molti punti delle richieste delle campagne internazionali, anche se su alcuni il confronto è ancora aperto ...

Leggi tutto ...

Strasburgo, sì alla Tobin tax

L'Unione europea ha compiuto un altro, decisivo passo verso l'applicazione della Tobin tax. E ha lanciato un messaggio importante al vertice Ue di Bruxelles. Il parlamento di Strasburgo ha approvato la mattina del 23 maggio la proposta per l'introduzione dell'imposta comunitaria sulle transazioni finanziarie. Hanno dato parere favorevole 487 votanti; 152 quelli contrari e 46 gli astenuti ...

Leggi tutto ...

Perché non congelare il debito?

Per uscire dalla crisi bisogna espandere la spesa pubblica. Ciò non può essere fatto ricorrendo al debito, che è già troppo elevato, e quindi è necessario trasferire reddito dai soggetti più ricchi allo stato. Ma ciò troverebbe probabilmente l'ostilità del mercato finanziario, il che farebbe crescere i tassi di interesse a livelli probabilmente insostenibili. Se ne deduce che per uscire dalla crisi sarà forse necessario fare in modo che il mercato finanziario non abbia influenza sulle politiche economiche. Si suggerisce che il modo più indolore per ottenere questo risultato è congelare il debito ...

Leggi tutto ...

Settimane cruciali per la TTF in Europa

Riteniamo doveroso condividere con i sostenitori della campagna Zero Zero Cinque i nostri sforzi di interlocuzione pubblica con i rappresentanti delle istituzioni italiane per discutere della proposta di una tassa sulle transazioni finanziarie sostenuta da oltre 50 organizzazioni promotrici della nostra campagna. Milioni di occhi puntati su una proposta di buon senso, facilmente implementabile e dai risvolti senza ombra di dubbio positivi per i cittadini di oggi e le future generazioni ...

Leggi tutto ...

Informati, attivati, promuovi - E' ora il tempo di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie

005 - Azione! Dal 15 al 22 maggio, è la nostra settimana di mobilitazione globale. In Italia e in oltre 30 Paesi, dall'India al Brasile dalla Danimarca al Sud Africa, le campagne che da anni promuovono l'introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie chiedono ai cittadini dei propri paesi di informarsi, di attivarsi e di promuovere questa causa che non è più solo una brillante idea ma un progetto politico da realizzare. Far sentire il consenso dell'opinione pubblica per questa tassa è decisivo per le scelte politiche che i nostri Governanti stanno operando ...

Leggi tutto ...

Per un'uscita dal debito al servizio dei cittadini

Il nuovo vento che soffia in Europa forse ci permetterà di imboccare altre strade per la soluzione del debito. Un problema che va sicuramente risolto, sapendo però, che ci sono due modi per farlo: dalla parte dei creditori o dei cittadini. La politica italiana, assieme a quella europea, fin'ora ha scelto i creditori imponendoci sacrifici fatti passare come medicine per salvare l'Italia ...

Leggi tutto ...

La Città di Milano in prima fila contro i caccia F-35

Giovedì 10 maggio, alle ore 12.30 nella Sala Stampa “Franco Brigida”, Palazzo Marino, storica sede del Comune di Milano, sarà teatro dell'annuncio ufficiale del sostegno da parte dell'Amministrazione Comunale meneghina alla campagna "Taglia le ali alle armi" contro il cacciabombardiere F-35. Ne parlerà l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, che presenterà alla stampa l’adesione del Comune di Milano ...

Leggi tutto ...

Intervento di Finance Watch alla conferenza della BCE "L'integrazione finanziaria e la stabilità"

Il segretario generale di Finance Watch, Thierry Philipponnat, è intervenuto oggi alla conferenza della Banca Centrale Europea su "L'integrazione finanziaria e la stabilità" affermando: "Finché l'area dell'euro non ha un tasso privo di rischio su cui basare il suo sistema finanziario e fino a quando accetta che sia costruito sull'azzardo morale, gli ingredienti della prossima crisi finanziaria e della sua disintegrazione finanziaria rimarranno, a prescindere dagli alti e bassi della disciplina fiscale e dell'equilibrio della bilancia dei pagamenti ...

Leggi tutto ...

Ancora forte l'export di armi italiano: 3 miliardi di autorizzazioni nel 2011

Il Rapporto sull'import-export di armi è arrivato. Con oltre tre settimane di ritardo rispetto alla scadenza, fissata per legge al 31 marzo, finalmente possiamo sapere che le autorizzazioni all'export militare nel 2011 sono circa 2.500 e che le nostre armi finiranno in Algeria, Singapore, India, Turchia. Tra le tabelle diffuse manca però il dettaglio sulle banche d'appoggio agli incassi ...

Leggi tutto ...

Presidente Monti, a quando la relazione sull’export di armi italiano?

“Presidente Monti, a quando la Relazione sulle esportazioni di armamenti italiani?”. È la precisa domanda che la Rete italiana per il disarmo e la Tavola della Pace rivolgono al Presidente del Consiglio, Mario Monti, diretto responsabile della pubblicazione del documento che, secondo la legge 185 del 1990 che regola le esportazioni italiane di natura militare, deve essere predisposto e consegnato al Parlamento entro il 31 marzo di ogni anno ...

Leggi tutto ...

Far cassa con Acea: il "piano" del Campidoglio

La società civile di Roma non ci sta e rispedisce al mittente l’idea che l’amministrazione comunale possa vendere ai privati un ulteriore 21 per cento della sua quota dell’Acea (compagnia multi servizi che, oltre al gas e all’energia, gestisce il servizio idrico integrato a Roma e nel Lazio). Per questo motivo negli ultimi giorni ha lanciato il sito web www.dilloadalemanno.it ...

Leggi tutto ...

La dittatura della Finanza: abbiamo tradito il Vangelo?

Un appello alle comunità cristiane di Padre Alex Zanotelli. In questo  periodo quaresimale sento l’urgenza di condividere con voi una riflessione sulla "tempesta finanziaria" che sta scuotendo l’Europa, rimettendo tutto in discussione: diritti, democrazia, lavoro. Arricchendo sempre di più pochi a scapito dei molti impoveriti. Una tempesta che rivela finalmente il vero volto del nostro Sistema: la dittatura della finanza ...

Leggi tutto ...

Sbankiamoli! facciamo capire alle banche che i soldi che hanno in gestione sono i nostri ...

Questo appello è rivolto a tutti i cittadini che vogliono diventare padroni della propria vita oltre che dei propri soldi, che non vogliono più accettare le scellerate politiche finanziarie contemporanee, che hanno procurato l’attuale black-out economico da cui consumatori ed imprese non riescono ad uscire. Dire NO a questo corrotto sistema finanziario, vuol dire credere in un modello di sviluppo diverso, sostenibile e più giusto per tutti ...

Leggi tutto ...

Finance Watch esorta il Congresso degli Stati Uniti a non cedere alle argomentazioni infondate sulla competitività

Finance Watch ha scritto al Congresso per esortare gli Stati Uniti a non indebolire la sua posizione sulla Dodd-Frank e la Volcker Rule. In una lettera alla Commissione del Senato sulle attività bancarie e urbanistiche, Finance Watch dice che su entrambe le sponde dell'Atlantico si sta dicendo alle autorità di regolamentazione che le loro riforme sottoporranno le banche a uno svantaggio competitivo internazionale. Finance Watch sollecita la Commissione a resistere a questa pressione ...

Leggi tutto ...

L'intransigenza del governo e le ragioni della società civile

Il silenzio che è calato su queste vicende è preoccupante. Perché è voluto da chi considera le proteste della società civile come un “passaggio” da sopportare e assecondare, per poi però tirare dritto come se nulla fosse. Facendo finta di niente. Invece l’acquisto degli F35 e la realizzazione dell’Alta velocità tra Torino e Lione costituiscono uno spartiacque. Chi li sostiene ha perso del tutto credibilità: o per incompentenza, o per interessi più o meno nascosti ...

Leggi tutto ...

Trasferisci il tuo conto

E’ ben noto come al cuore della crisi ci siano, tra l’altro, i pessimi comportamenti del sistema finanziario e, come di fronte a tale evidenza, l’intervento correttivo dei poteri pubblici dei vari paesi  e degli enti internazionali preposti  sia stato largamente insufficiente, quando non assente. Nell’ultimo periodo un importante contributo alla possibile trasformazione sta venendo invece dalla società civile di molti paesi ...

Leggi tutto ...

TTF al bivio tra consenso europeo o compromesso europeo

La tassa sulle transazioni finanziarie è stata ieri al centro del dibattito del Consiglio Europeo dei Ministri dell’Economia e delle Finanze (Ecofin). Su sollecitazione di 9 Stati Membri, tra cui anche l’Italia, la Presidenza danese ha accolto la richiesta di accelerare il dibattito sulla proposta di direttiva europea sulla TTF, definendo internamente all’Ecofin e ai suoi gruppi di lavoro un percorso di approfondimento tecnico che possa portare entro giugno 2012 al raggiungimento di un più ampio consenso politico europeo ...

Leggi tutto ...

Un appello contro la grande multiutility del Nord

Dario Fo, Daniele Silvestri, Stefano Rodotà e Paolo Bisio sono tra i primi firmatari dell'appello promosso dal Forum italiano dei movimenti per l'acqua per chiedere di fermare il processo di fusione tra le aziende ex municipalizzare che gestiscono i servizi pubblici locali A2a ed Iren, avviato dai Comuni soci -Milano, Torino, Genova, Parma, Piacenza e Reggio Emilia- per rispondere ad esigenze di cassa ...

Leggi tutto ...

"No Intesa Day", contro le nuove autostrade

La mobilitazione davanti alle filiali del gruppo, promossa dalla campagna "Ferma la banca che distrugge il territorio". Verrà distribuita una cartolina indirizzata all'ad Cucchiani, per chiedere di interrompere ogni sostegno finanziario a Pedemontana, BreBeMi, Tangenziale Esterna e Cremona-Mantova. Le quattro autostrade lombarde costano oltre 10 miliardi di euro. In Italia sono in tutto 32 le nuove arterie in costruzione ...

Leggi tutto ...

Le tre finestre, parte 2

Le prime 1000 banche del mondo gestiscono risorse pari a circa il doppio del Pil mondiale. Questi soggetti fanno praticamente ciò che vogliono, le regole sono poche e deboli, del tutto insufficienti ad arginare le loro scorribande. Poi quando le borse crollano e accusano pesanti perdite intervengono gli Stati: nessuna grande banca fallisce veramente, poiché ci andrebbero di mezzo milioni di risparmiatori, quindi in caso di perdite vengono quasi sempre soccorse dai soldi pubblici. Che fare dunque? Sintetizzo di seguito alcuni spunti di riflessione e di azione ...

Leggi tutto ...

La Campagna 005 scrive al Presidente Monti

Presidente Monti, Le scriviamo in vista del prossimo vertice europeo del 1°marzo, per chiederLe di tornare a sostenere con forza in seno al Consiglio l’avanzamento delle discussioni sulla Tassa sulle Transazioni Finanziarie (TTF). Abbiamo apprezzato l’adesione dell’Italia alla lettera recentemente inviata alla Presidenza Danese da nove Stati Membri dell’Unione Europea per accelerare il processo di introduzione di una TTF. Crediamo che tale volontà politica sia sostenuta fra l’altro da un crescente consenso dell’opinione pubblica italiana ed europea ...

Leggi tutto ...

Altreconomia aderisce ad Etinomia, la "piccola Confindustria" No Tav

Altra Economia società cooperativa, l'editore della rivista "Altreconomia", ha deliberato l'adesione ad Etinomia, libera associazione che riunisce imprenditori della Val di Susa e del resto d'Italia che s'impegnano a "condurre le proprie imprese nell’ottica della tutela, salvaguardia e valorizzazione del territorio e del tessuto sociale con particolare attenzione all’ambiente ed alla cultura locali" ...

Leggi tutto ...