Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Stavolta fermiamoli

Questa settimana sarebbe (stata) in calendario alla camera la nuova mozione per la cancellazione del programma F35. Probabilmente slitterà a settembre, a causa dell'ingorgo di misure da convertire in legge prima della chiusura estiva del parlamento. Vale la pena riassumere la vicenda degli ultimi mesi. Nel giugno del 2013 il parlamento approva la mozione della maggioranza di governo (e respinge quella di Sel, M5S e dissidenti del Pd) che chiede ...

Leggi tutto ...

Niente Gripen! Un successo storico. Quali i meriti del movimento pacifista svizzero?

Il No all’acquisto dei nuovi aerei da combattimento Gripen espresso dal 53,4% dei votanti nella votazione referendaria del 18 maggio è una vittoria importante per il movimento pacifista e antimilitarista in Svizzera, anche se le motivazioni che hanno portato a questo risultato non sono solo di ordine pacifista. È stata la prima volta in Svizzera (e nel mondo ?) che una spesa militare è stata sottoposta e bocciata in un referendum popolare ...

Leggi tutto ...

Il Comune di Torino passa a Linux: addio Windows XP

Il Comune di Torino ha deciso di approfittare del pensionamento di Windows XP per passare a Linux. "Il passaggio comincerà dal prossimo autunno e ci vorrà un anno e mezzo per completarlo", sottolinea il city manager Gianmarco Montanari. "Diventeremo la prima città italiana open source e calcoliamo di ottenere un risparmio sulle spese per l'informatica che andrà dal 20 al 40 per cento rispetto ad oggi" ...

Leggi tutto ...

Possiamo cambiare i nostri consumi

La Regione Emilia Romagna ha mappato aziende e prodotti che rispondono a requisiti di maggiore sostenibilità dei consumi: Gruppi di acquisto solidale, filiera corta, riduzione degli imballaggi, risparmio energetico, commercio equo-solidale, ecc.. Fare scelte di consumo consapevoli vuol dire acquistare prodotti che rispondano ai nostri veri bisogni e che, al tempo stesso, possano salvaguardare e valorizzare l’ambiente ...

Leggi tutto ...

Vivere la terra insieme

Dal 24 al 27 luglio, nella “Comune di Bagnaia” (Siena), si riuniscono i rappresentanti della rete di oltre venti esperienze di vita comunitaria ed ecosostenibile, per confrontarsi su temi sociali, ambientali ed economici. E cercare di convincere altri ad abbracciare la loro filosofia. Sarà la storica cornice de la “Comune di Bagnaia” di Sovicille, un piccolo centro abitato a ovest di Siena, a ospitare il diciottesimo incontro estivo annuale della Rete Italiana dei Villaggi Ecologici (Rive) ...

Leggi tutto ...

Il mercato sociale di Granada

Raccogliere, radunare: questo è il motto adottato dal Mercao social y Cultural de Granada, Mercato sociale e culturale di Granada, racchiuso nella parola Agorà. Un luogo che unisce persone e associazioni in un servizio che possa offrire alla comunità uno spazio condiviso dove formarsi, imparare, creare e relazionarsi e dove costruire una economia reale al servizio della persona. Agorà raccoglie al suo interno più di venti associazioni attive a Granada e non solo ...

Leggi tutto ...

Questa cooperazione è un affare

In questi giorni è in discussione alla Camera, in seconda lettura, il disegno di legge “Disciplina generale sulla cooperazione per lo sviluppo”, approvata dal Senato il 25 giugno con 201 voti favorevoli (Pd, Scelta Civica, Nuovo Centro Destra, 5 Stelle e Fi-Pdl), 15 astenuti (Lega e Misto-Sel) e nessun voto contrario. È chiaro che il governo Renzi vuole affrettare l’approvazione di questo disegno di legge (sono quasi trent’anni che attendiamo una legge quadro sulla cooperazione!) ...

Leggi tutto ...

Vinceremo Noi

Sono venuta a darvi molte cattive notizie, ma comincerò con una buona: vinceremo questa lotta. Per riuscirci dobbiamo utilizzare una strategia anti-vampiro: portare alla luce quello che si sta negoziando, per scongiurarne la realizzazione. Il TTIP (Transatlantic Trade and Investment and Partnership, Accordo Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti) avrebbe conseguenze drammatiche per i lavoratori e per le lavoratrici, per qualunque persona che si ammali ...

Leggi tutto ...

La guerra in corso deve finire

Di fronte al pianeta violentato e all’umanità ferita e umiliata che emerge dalle pagine di questo nuovo Rapporto sui diritti globali, si può essere tentati di distogliere lo sguardo, di non voler sapere, di evitare di interrogarsi. La verità è un peso necessario, ma anche faticoso da portare. Non lascia tranquilli, toglie serenità, impone scelte di campo, esige impegno ...

Leggi tutto ...

Il semestre della tassa su finanza e derivati

L'Italia che guida l'Europa deve far di tutto per arrivare all'approvazione di un prelievo fiscale sulle transazioni finanziarie. In vista del primo Ecofin della Presidenza italiana dell'UE, la Campagna ZeroZeroCinque scrive a Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan: "Il nostro Paese sia leader nella lotta alla speculazione e alla povertà". Alla vigilia del primo Ecofin del semestre di Presidenza italiana dell’UE, oltre 50 organizzazioni della società civile italiana ...

Leggi tutto ...

Facciamo la spesa al mercato

Abbiamo creato un’economia che dà la ricchezza che produciamo, sempre di più, ad un numero sempre più piccolo di persone: così diceva Rob Hopkins durante la presentazione del bando delle “Comunità Resilienti”  della Fondazione Cariplo. Ero presente e sono andato a ricercare nell’intera registrazione video le quattro slides che mi avevamo colpito maggiormente: quelle che secondo me centrano il vero problema che va combattuto ...

Leggi tutto ...

Chiusi i rubinetti di Coca-Cola

Il colosso multinazionale Coca-Cola, grande sponsor dei mondiali di calcio in corso in Brasile (leggi Mondiali, sponsor e popoli indigeni), in India non se la passa molto bene di questi tempi. Qualche settimana, in uno dei suoi stabilimenti più produttivi di imbottigliamento a Varanasi, nel  Narendra, le autorità governative hanno deciso di chiudere i rubinetti di approvvigionamento della materia prima fondamentale, l’acqua. Lo stabilimento violava palesemente i limiti di contaminazione ammissibili, sfruttando il doppio del prelievo idrico consentito ...

Leggi tutto ...

Moneta locale, Messina si prepara

L’assessore alla cultura e identità del Comune di Messina, Tonino Perna, ha presentato  la scorsa settimana durante un convegno un progetto per promuovere una “Moneta Complementare Messinese”. Perna ha sottolineato che questo è un  processo ambizioso -  finalizzato alla creazione di un circuito virtuoso con l’obiettivo di raggiungere un’autonomia ed avviare la rinascita dell’economia locale. Le banconote da mettere in circolo avranno la medesima validità dei voucher a scadenza ...

Leggi tutto ...

Il colpo d'ali

A Collecchio (PR), dal 20 al 22 giugno 2014, a vent'anni dalla nascita dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS), si è tenuto l'incontro annuale dell'Economia Solidale, promosso dalla Rete Economia Solidale (RES) con il supporto del Coordinamento Regionale dell'Economia Solidale Emilia Romagna (CRESER). Ecco il resoconto dei gruppi di lavoro ...

Leggi tutto ...

ABC, l'esperimento democratico di Napoli

L'importante esempio di trasformazione dalla veste privatistica (Spa) a quella pubblicistica (Azienda speciale) avvenuto a Napoli, dove l'acquedotto, un servizio a vocazione industriale con fatturato ben superiore ai 100 milioni di euro e con un numero di dipendenti dell'ordine del mezzo migliaio è stato definitivamente trasformato in Azienda Speciale ABC (Acqua Bene Comune) nell'aprile del 2013, proponendosi come modello (finora non seguito) di ottemperanza fedele al referendum di tre anni fa ...

Leggi tutto ...

La Patagonia manda a casa l’Enel

Il comitato del governo Bachelet formato dai ministri della Salute, dell’Energia, delle attività mineraria e dell’agricoltura presieduto dal ministro dell’Ambiente Paolo Badenier, hanno votato all’unanimità la revoca della licenza ambientale di Hidroaysen, il megaprogetto idroelettrico che prevedava la costruzione di cinque dighe sui fiumi Baker e Pascua nella Patagonia Cilena e una linea di trasmissione di 2.500 chilometri per portare l’elettricità alle miniere del nord del paese ...

Leggi tutto ...

Il piccolo, grande susino

In poco più di un anno, ecco cosa il piccolo susino è riuscito a fare. Guarda la tabella che segue: quanto denaro si è mosso con il Susino, quanto le famiglie della Valsusa hanno risparmiato e quanto denaro i commercianti della Valsusa, soci Etinomia, hanno fatto girare. Questa è l'economia che cerchiamo, il giro di affari che vogliamo: le persone che spendono i loro soldi tra di loro per vendere ed acquistare cose utili, e ne ottengono benessere e risparmio ...

Leggi tutto ...

Grecia, da TV pubblica a TV libera

A un anno dalla chiusura della ERT, la radio-televisione pubblica, le trasmissioni continuano grazie all'impegno dei giornalisti, che lavorano in autogestione e trasmettono in streaming. Una vicenda paradigmatica di ciò che avviene nel Paese stretto nella morsa della finanziaria delle Troika, un laboratorio del capitalismo estremo. Demetrios ricorda che era un giorno di sole quando il governo dell’ultradestra di Samaras chiudeva la ERT ...

Leggi tutto ...

La bottega dei cittadini

È in uno dei quartieri più popolari della capitale, Goutte d’Or, che ha aperto la «Coop a Parigi». La sfida è creare una reale alternativa alla grande distribuzione sostenendo nel contempo l’attività dei piccoli produttori, ma garantendo dei prezzi accessibili. A partire dal momento del lancio della cooperativa, nel gennaio del 2014, le famiglie del quartiere hanno aderito in massa e offrono in cambio il loro tempo. La tappa successiva sarà la realizzazione di panieri solidali destinati alle situazioni più difficili ...

Leggi tutto ...

Il baratto dei saperi

Un sistema di apprendimento basato sul baratto, senza scambi di denaro. Sono queste le Trade School, scuole nate a NewYork e ora diffuse in tutto il mondo. Dal 2011 al 2013 un’esperienza anche a Milano, con la partecipazione a diversi corsi di duecento studenti e quaranta insegnanti. Ma una delle più attive scuole del baratto a livello internazionale è a Berlino, dove il corso che ha riscosso più successo quest’anno è stato quello per pizzaioli ...

Leggi tutto ...

Territori solidali

C’è bisogno di un colpo d’ali. Esperienze, singole e collettive, hanno animato i nostri territori cercando di ritrovare un senso alla politica concreta e dal basso: filiere, distretti di economia solidale, proposte di finanza etica in un lavorìo continuo e incessante che, però, rischia di perdere di vista l’insieme. A Collecchio (Parma), dal 20 al 22 giugno 2014, a vent’anni dalla nascita dei Gruppi di Acquisto Solidale, si parlerà di questo all’incontro annuale dell’economia solidale ...

Leggi tutto ...

La finanza che fa male al ricco e al re

Il legislatore non ha mai visto di buon occhio i gruppi di cittadini che si mettono insieme per autogestire denaro e mutualismo. Per questo le vicende delle Mag, le Mutue di autogestione, sono un pozzo di resistenza creativa. “Oggi finalmente discipliniamo il microcredito”, disse entusiasta il legislatore. “Scusate, ma chi ve l’ha chiesto?”, domandò chi si occupa di finanza etica. “Nessuno ce l’ha chiesto, per quello lo facciamo”, rispose il legislatore ...

Leggi tutto ...

Movimenti per i beni comuni

Non c’è angolo del nostro paese in cui non sia attivo un comitato, un gruppo di cittadini, una associazione di volontariato e che non abbia issato la bandiera dei beni comuni. Giusto tre anni fa (referendum dell’11 giugno 2011, 26 milioni al voto) fu mobilitazione generale per l’“acqua bene comune”. Poi vennero gli studenti e i ricercatori universitari che si arrampicarono sulla Torre di Pisa, sui tetti delle università e dei musei al grido “cultura bene comune” ...

Leggi tutto ...

Report incontro nazionale campagna CDP

All’incontro erano presenti i gruppi territoriali di Torino, Verona, Forlì, Grosseto, Termoli/Pescara, Roma, Ri-Maflow di Milano, Re-Common, Attac Italia, Confederazione Cobas e il Comune di Corchiano (VT). Non hanno potuto partecipare i gruppi territoriali di Venezia, Bologna (che ha inoltrato un documento) e Firenze. La prima parte dell’incontro è stata dedicata ad un confronto fra esperienze, la seconda parte dell’incontro è stata dedicata all’organizzazione e alle scadenze della campagna ...

Leggi tutto ...

Ai Candidati italiani alle Elezioni Europee: le nostre richieste, le loro risposte

In vista delle elezioni europee del 25 maggio, la Campagna ZeroZeroCinque si rivolge ai candidati per verificare i loro impegni su alcune questioni fondamentali per la riforma della finanza. In particolare si impegna a fare luce sull'operato delle multinazionali in ogni singolo Paese, rendere noti i veri proprietari delle società, tassare in Europa le Transazioni Finanziarie? Le risposte che riceviamo dai candidati sono pubblicate in fondo a questa pagina ...

Leggi tutto ...

T-Tip Stop, i partiti dicono sì

Alcuni candidati e partiti hanno detto sì alle proposte della Campagna Stop T-Tip, il trattato di liberalizzazione tra Ue e Usa, pensato per ridurre sovranità, diritti e tutele ambientali. Non c’è tempo da perdere: il T-Tip si può e si deve fermare. Una giornata importante, quella del 15 maggio, per la Campagna Stop T-Tip Italia, la rete costruita dalle oltre sessanta associazioni nazionali, sindacati, movimenti, ong, singoli cittadini ...

Leggi tutto ...

Un braccio di ferro Democratico sugli F-35

È in corso un braccio di ferro in queste ore all'interno del Partito Democratico sulla questione degli acquisti militari italiani, in particolare quelli legati al caccia F-35. E quanto riferiscono ad Altreconomia diverse fonti parlamentari, all'immediata vigilia dell'assemblea del gruppo parlamentare PD della Camera, in programma per la serata del 6 maggio, che dovrebbe dare il via libera alla posizione ufficiale del Partito in merito a un ripensamento sulle spese militari ...

Leggi tutto ...

Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie: l’annuncio di un compromesso poco audace

Un primo vago accordo è stato oggi annunciato, all’Ecofin a Bruxelles, dai Ministri delle Finanze dei Paesi dell’UE aderenti alla procedura di cooperazione rafforzata per l’introduzione della Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF). Un accordo politico privo però di sostanza per quel che riguarda l’ampiezza della base imponibile della tassa e la destinazione di spesa delle risorse che verranno raccolte da questa imposta ...

Leggi tutto ...

Contro la nuova Nato commerciale

L’attacco ai servizi pubblici, i risvolti ambientali e sociali, la creazione di un fronte di resistenza. Sono gli argomenti discussi a Roma il 12-13 aprile nel seminario internazionale sul TTIP, il Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti. L’incontro, promosso dalla fondazione Rosa Luxemburg in collaborazione con la rete stop TTIP e l’associazione Altramente, ha visto la partecipazione di associazioni, movimenti, attivisti europei e statunitensi ...

Leggi tutto ...

Ripubblicizzare CDP, rivedere il Patto di stabilità: Forlì scrive al governo

L'Unione dei Comuni della Romagna forlivese ha approvato il 23 aprile un ordine del giorno che chiede la ripubblicizzazione di Cassa depositi e prestiti e la riforma del Patto di stabilità. È coerente con le scelte delle 19 amministrazioni coinvolte -tra cui il capoluogo provinciale-, che su gas, rifiuti ed acqua hanno "sfidato" la Regione Emilia-Romagna dopo i referendum del 2011 ...

Leggi tutto ...

Dall'Arena si parte per una concreta strada di Pace

Dall'incontro veronese del 25 aprile partirà la proposta concreta di costruzione delle strutture anche istituzionali di una "Difesa Civile". Interverranno come testimoni e con i loro contributi don Ciotti, padre Zanotelli, Cecilia e Gino Strada, Maurizio Landini, Gianni Bottalico, Susanna Camusso, Alice Maboto, Gad Lerner, Renato Accorinti oltre che i referenti dei temi forti delle reti promotrici: Martina Pignatti, Licio Palazzini, Francesco Vignarca ...

Leggi tutto ...

Un’altra moneta è possibile

Il denaro creato dagli Stati nazionali serve a favorire l’accumulazione, in un’ottica di crescita. Le monete sociali dimostrano invece che una moneta può essere creata dal basso e contenere altri valori. Finchè una moneta sociale è collegata a un piccolo territorio, però, non rappresenta quasi mai una minaccia per lo Stato, potenzialmente può tuttavia avere un potere dirompente nella rottura di logiche capitalistiche ...

Leggi tutto ...

Ai Candidati italiani alle Elezioni Europee

In vista delle elezioni europee del 25 maggio, la Campagna ZeroZeroCinque si rivolge ai candidati per verificare i loro impegni su alcune questioni fondamentali per la riforma della finanza. Come candidato alle elezioni del Parlamento Europeo ha intenzione di impegnarsi per dare voce agli altri stakeholders, come la Campagna Zerozerocinque, attivi nel sostenere che le attività nei mercati finanziari non possono svolgersi in contrasto con l’utilità sociale ...

Leggi tutto ...

Stop F35, le ali al lavoro e alla spesa sociale

No agli F35 per fare decollare l'occupazione e la spesa sociale. Un appello della campagna Taglia le ali alle armi, sottoscritto da intellettuali, sindacalisti e giornalisti. La società italiana è divisa su molti temi ma sugli F-35 ha mostrato un'opinione se non unanime, almeno ampiamente condivisa e trasversale: in grandissima parte pensa che portare avanti il programma di acquisto degli F-35 sia un errore ...

Leggi tutto ...

30 anni di obiezione monetaria

Una Mutua AutoGestione (Mag) è una società cooperativa, costituita da persone fisiche e persone giuridiche, che svolge attività finanziaria, per sostenere l’economia solidale, i sistemi di produzione e scambio innovativi e eco-compatibili, l’integrazione sociale. La Mag raccoglie denaro per effettuare investimenti in un circuito equo, non speculativo e trasparente. Sottoscrivendo azioni di capitale sociale, i soci potranno controllare direttamente l’utilizzo dei propri risparmi ...

Leggi tutto ...

Il Bauen non è un lavoro è un progetto di vita

Le imprese recuperate sono come il tango: passionali e un po’ folli, dice Maria Del Valle. La sua storia personale è intrecciata a quella dell’hotel Bauen di Buenos Aires, che in questo momento è forse la più simbolica e la più minacciata delle imprese abbandonate dai padroni e recuperate in autogestione dei lavoratori. Marco e Irene, due ragazzi piemontesi che percorrono l’America Latina per un intero anno, hanno raccolto il racconto di Maria ...

Leggi tutto ...

Il casinò finanziario e l'azzardo immorale

È concepibile che l'Italia abbia cambiato la costituzione per inserirvi il pareggio di bilancio ma non si possa ridiscutere mandato e funzionamento della Bce? Mentre le banche centrali di Usa, Giappone e Gran Bretagna portano avanti, con diverse modalità, politiche espansive e di sostegno ai rispettivi governi, in Ue non avviene nulla di paragonabile. In rari casi (con manovre indicate come Omt) la Bce ha acquistato titoli di Stato ...

Leggi tutto ...

Novanta pionieri ecosol

Chi l’ha detto che l’economia debba essere questa ossessionante, orribile “macchina per produrre” (per dirla con Alain Caillé)? Ispirati dall’idea di rigenerare le comunità locali partendo da un sistema socioeconomico imperniato sui principi della condivisione e della solidarietà (e non del profitto, dell’accumulazione e della finanza), in Friuli Venezia Giulia si è costituito un Forum per i Beni comuni e l’Economia solidale ...

Leggi tutto ...

Contro la verità delle ricette economiche

A differenza di molti ambiti, come quello dei cambiamenti climatici, il "sistema" invita a non applicare rigore né scetticismo rispetto ai meccanismi che regolano l'economia. Come se fossero "dati" incontrovertibili. Contro il "pensiero unico", Francesco Gesualdi, Tonino Perna e Roberto Mancini, tre firme di Altreconomia, hanno deciso di presentare la propria candidatura al Parlamento europeo ...

Leggi tutto ...

Il tempo dell’autogestione

Esi­stono ancora le imprese recu­pe­rate in Argen­tina? Con­ti­nuano a pro­durre in modo effi­ciente? Sono un feno­meno che tende a scom­pa­rire o ci sono nuove atti­vità recu­pe­rate? Anche in Ita­lia ci sono fab­bri­che occu­pate? Sono nume­rose?  Molte sono le domande e le curio­sità sulla moda­lità di que­ste espe­rienze di recu­pero nate in Argen­tina come rispo­sta alla crisi esplosa nel 2001. Per ripren­dere la tema­tica e ridare attua­lità al feno­meno ...

Leggi tutto ...