Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Europe for Peace: un anno di guerra è troppo!

L’invasione russa in Ucraina iniziò il 24 Febbraio 2022. Una violazione della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale che chiede giustizia immediata. “Europe for Peace” invita a promuovere mobilitazioni nelle città italiane ed europee a un anno dall’invasione dell’Ucraina per chiedere il cessate il fuoco, il dialogo e i negoziati di pace per costruire un’Europa sicura e pacifica per tutti. Mostrare solidarietà al popolo ucraino e alle vittime di tutte le guerre, le violenze, le repressioni e le discriminazioni nel mondo ...

Leggi tutto ...

Gli italiani contrari all’aumento delle spese militari

La bocciatura dei piani del governo è secca: nel sondaggio di Swg per Greenpeace a metà gennaio gli italiani si rivelano contrari all’aumento al 2% del Pil delle spese militari e favorevoli a una forte tassazione degli extraprofitti di guerra. Gli investimenti? Per le rinnovabili e per contrastare l’inflazione. La maggioranza degli italiani è contraria all’aumento della spesa militare al 2 per cento del Pil così come invece è stato indicato dal ministro della Difesa Guido Crosetto in Parlamento per soddisfare le richieste Nato ...

Leggi tutto ...

Riprendiamoci il Comune

Le molteplici crisi di questo modello economico e sociale rendono evidente l’insostenibilità di una società regolata dal mercato e finalizzata al profitto individuale. Un nuovo modello ecologico, sociale e relazionale è possibile a partire dalle comunità territoriali e dalla democrazia di prossimità che permette la partecipazione diretta delle persone alle decisioni sulle scelte fondamentali che le coinvolgono. Ecco perché nasce la campagna Riprendiamoci il Comune ...

Leggi tutto ...

Le infografiche interattive della Controfinanziaria 2023

Da alcuni anni ormai ci serviamo delle infografiche interattive per facilitare la lettura delle proposte e delle voci in entrata e in uscita contenute nella manovra di bilancio alternativa del Rapporto Sbilanciamoci! e anche quest’anno Carlo Gubitosa ci è venuto in aiuto per la loro realizzazione. Le infografiche interattive qui di seguito facilitano la lettura della Controfinanziaria 2023 e illustrano in modo dinamico e intuitivo tutte le proposte contenute nel Rapporto Sbilanciamoci! 2023 ...

Leggi tutto ...

Fare di Genova un porto etico e smilitarizzato

Un comunicato ufficiale del Comando provinciale di Genova della Guardia di Finanza, ampiamente ripreso dalla stampa locale e nazionale, ci informa del sequestro in porto di «macchinari per la fabbricazione di materiale d’armamento (bossoli) destinati all’esportazione in Etiopia in assenza delle necessarie autorizzazioni». Si tratta di un’inchiesta in corso da quattro mesi, che evidentemente la Procura di Genova ha chiuso in questi giorni individuando tre indagati, e dunque potendone dar conto al pubblico ...

Leggi tutto ...

Torino-Lione: i Cittadin* responsabili contro i Governi arroganti – Il progetto e’ in difficoltà

I/Le cittadin* responsabili, che da decenni si oppongono alla realizzazione della Torino-Lione, denunciano l’ostinazione dei Governi italiano e francese che da oltre trent’anni promuovono questo crimine climatico. Dopo 22 anni dal primo Accordo Italia-Francia del 2001 (il progetto si farà alla saturazione della linea esistente, che è sempre meno utilizzata), sono già stati sprecati due miliardi di fondi pubblici solo per l’esecuzione di studi e lavori geognostici ...

Leggi tutto ...

Da due anni il TPNW è la norma internazionale contro le armi nucleari: ora serve impegno concreto

I tragici avvenimenti del 2022 hanno dimostrato che la minaccia di una guerra nucleare è purtroppo pericolosamente reale. Serve un’azione corale per eliminare le testate nucleari dalla storia: il piano di azione promosso dal Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari TPNW fornisce una strada concreta. Domenica 22 gennaio 2023 si celebra il secondo anniversario dell’entrata in vigore del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPNW), la prima norma internazionale che dichiara illegali le armi nucleari ...

Leggi tutto ...

La capitale che c’è già

Ventuno contesti territoriali romani approfonditi. “Reti di mutualismo e poli civici a Roma” è un e-book (potete scaricarlo qui sotto) che presenta una ricerca importante, nuova e condivisa tra soggetti diversi come comunità di apprendimento e cambiamento concreto della lettura, della scrittura e della pratica della coesione sociale, ambientale e economica. Parte dal presupposto che, per dar vita a una vera rigenerazione urbana, sia indispensabile ma non più sufficiente costruire o rigenerare spazi ...

Leggi tutto ...

La guerra degli Stati contro i popoli infuria

Ammesso che ce ne fosse ancora bisogno, noi ne dubitiamo da tempo, il massacro di Juliaca, drammatico simbolo della ferocia della repressione contro decine di migliaia di comuneros entrati pacificamente nella città peruviana, mostra in maniera eclatante come non sia da tempo possibile distinguere la criminalità comune dalle istituzioni “democratiche” di uno Stato dominato dall’estrattivismo. Quel che accade da diverse settimane in Perù ...

Leggi tutto ...

Rilanciamo Tax the Rich!

In Italia i super ricchi negli ultimi tre anni sono diventati ancora più ricchi mentre i poveri sono un milione in più. Altro che tassa piatta, serve una fiscalità più progressiva. Come Sbilanciamoci! con l’iniziativa Tax the Rich! proponiamo 5 semplici misure per redistribuire la ricchezza, ridurre le diseguaglianze, costruire uno Stato sociale a beneficio di tutti, con la gratuità di sanità, istruzione e dei servizi sociali di un welfare che si rispetti ...

Leggi tutto ...

Un piano per il futuro dell’ex Gkn

Con la collaborazione di docenti, ricercatori e ricercatrici della Scuola Superiore Sant’Anna, dalla lotta del collettivo degli operai e delle operaie della fabbrica ex Gkn arriva un piano per la reindustriualizzazione del sito produttivo di Firenze. L’entusiasmo è tangibile, ed è quello che traspare dalla lettura del documento “Un piano multilivello per la stabilità occupazionale e la reindustrializzazione del sito produttivo ex-GKN” ...

Leggi tutto ...

Fare in comune

Quello che in molti angoli del mondo viene chiamato commoning è la condivisione di spazi, sforzi, significati in cui la priorità non è il profitto ma la qualità delle relazioni tra le persone. Commoning è fare in comune, quello che emerge quando bisogni e desideri non trovano soddisfazione, è ciò che promuove il mutuo aiuto dopo terremoti, violente crisi economiche, disastri sempre più spesso provocati dai cambiamenti climatici ...

Leggi tutto ...

Natale è tempo di Pace: le iniziative in Italia e in Europa

Sono tante le iniziative di Pace che stanno fioccando in tutta Italia e anche in Europa, come piccole luci di speranza, in questa fine di 2022. Un cammino che collega le mobilitazioni di numerose organizzazioni, con l’obiettivo di costruire una prospettiva di Pace concreta nell’anno che sta iniziando. La sollecitazione prende le mosse dalla proposta “Natale è tempo di Pace” lanciata dalla coalizione Europe For Peace, in continuità con la grande manifestazione nazionale per la Pace dello scorso 5 novembre ...

Leggi tutto ...

La scatola in cui siamo chiusi

Il neocapitalismo patriarcale è la scatola dentro cui siamo chiusi in questo momento, si sono dette le decine di persone che hanno partecipato, nei primi giorni di dicembre a Mondeggi, al XIV Convivio ispirato al pensiero e alle pratiche care ad Ivan Illich. Giovanni Pandolfini, contadino della Comunità di resistenza Jerome Laronze, racconta tre giornate molto differenti da qualsiasi altro incontro pubblico, convegno o seminario a cui probabilmente si è abituati, quando a promuoverlo è la voglia di discutere temi profondi ...

Leggi tutto ...

Fermate la Lione-Torino

A differenza dei bizzarri e un po’ ostinati abitanti della Val Susa, in Francia sono tutti moderni e favorevoli alla Tav che buca le Alpi. Il mantra gridato dall’alto in questi anni pare abbia in realtà qualche crepa profonda. Una lettera firmata da 150 personalità pubbliche francesi, apparsa su Reporterre.net, pretende l’immediato stop ai lavori preparatori per il raddoppio della linea Torino-Lione. Un progetto costoso e distruttivo pensato solo per il trasporto di merci ...

Leggi tutto ...

Guardare senza vedere, pensare senza sentire

C’è davvero un nesso indissolubile tra la guerra e la rivoluzione, come indica gran parte della storia del Novecento? Raúl Zibechi contesta diversi passaggi di questa lettura, la associa con amarezza ai limiti dell’eurocentrismo, ricordando che la guerra contro i popoli, al di fuori dei Nord del mondo, non cessa da cinque secoli e chi la vive sulla pelle non ha mai smesso di gridarlo. Aggiunge che gli zapatisti, dalla fine del secolo scorso, hanno saputo rompere il nefasto connubio guerra-rivoluzione ...

Leggi tutto ...

In udienza dal GIP di Roma, per chiedere processo (e giustizia) per le armi italiane usate contro civili in Yemen

Oggi Rete Italiana Pace e Disarmo, Mwatana e ECCHR European center for constitutional and human rights hanno chiesto al Giudice per le Indagini preliminari di Roma di portare a processo il caso delle armi italiane coinvolte in violazioni del Diritto Umanitario internazionale in Yemen. Per continuare un percorso di giustizia e riconoscimento delle responsabilità, e per evitare altre morti civili in questa come in altre guerre. “L’udienza di oggi è stata molto importante: finalmente siamo riusciti a portare davanti a un Giudice ...

Leggi tutto ...

Le sfide – e le risposte – delle economie trasformative per costruire comunità solidali

Lo scorso 11 novembre, nella splendida cornice del Conventino Caffè Letterario di Firenze, realtà che stanno promuovendo forme di economia “fuori mercato” e di altro mercato, di finanza solidale, di comunità di pratica e di cura, di beni comuni e di giustizia sociale si sono incontrate per ripartire insieme da un presente martoriato da crisi pandemiche, belliche, climatiche ed economiche. Nella giornata, organizzata da RIES, per celebrare i vent’anni dal primo Forum Sociale Europeo, abbiamo cercato di ...

Leggi tutto ...

L'economia solidale in movimento

In occasione del suo 20° anniversario, il Movimento per l’Economia Solidale francese ha lanciato la pubblicazione di un libro per raccontare l’economia solidale e la storia del suo movimento. Dall’appello per un’economia solidale pubblicato su Le Monde il 18 ottobre 1995, sono passati 27 anni e le iniziative di solidarietà dei cittadini si sono diffuse e strutturate in un’economia solidale in movimento. L’economia solidale è stata in grado di innovare in molti ambiti dell’attività umana ...

Leggi tutto ...

La controfinanziaria di Sbilanciamoci!

La legge di bilancio del governo Meloni propone un’economia retriva che avvantaggia corporazioni e privilegiati. Noi presenteremo alla Camera il 21 dicembre la nostra Controfinanziaria che disegna un’Italia diversa, che punta ad una economia sostenibile e a investimenti massicci nella sanità pubblica, nell’istruzione, nella lotta alle diseguaglianze e che chiede di ridurre le spese militari. Il prossimo 21 dicembre andremo a Montecitorio e porteremo la nostra Controfinanziaria alla Camera dei deputati ...

Leggi tutto ...

L’obiezione all’industria bellica

Il rifiuto della guerra è il filo che lega tante storie di singoli e di gruppi di lavoratori. L’obiezione professionale all’industria bellica è fatta di rallentamenti, sabotaggi, scioperi ma anche di progetti per la riconversione dell’industria bellica, osservatori sull’industria militare, proposte per la difesa civile nonviolenta. Abbiamo bisogno di recuperare la storia di chi, in tanti modi diversi, si è opposto e si oppone a eserciti, naia e guerre ...

Leggi tutto ...

“Politecnico, mi vergogno”. La lettera all’Ateneo dopo la conferma del patto con Frontex

“Non è più possibile parlare di ‘etica’. Nessun discorso roboante sull’eccellenza della ricerca. Siamo complici: questa è la ‘scienza’ in questo momento in Europa”, denuncia il professor Michele Lancione. Pubblichiamo la sua lettera in risposta alla decisione dell’Ateneo di proseguire nel contratto con l’Agenzia europea. Martedì 6 dicembre il Senato del Politecnico di Torino ha nuovamente confermato la sua volontà di proseguire nella produzione di mappe per Frontex, l’Agenzia che sorveglia le frontiere europee, ...

Leggi tutto ...

RiMaflow. Prestito sociale per il progetto collettivo di economia solidale ecologista

E’ partita l’iniziativa del prestito sociale a cui si può partecipare per sostenere economicamente il progetto della cooperativa RiMaflow-Fuorimercato, fabbrica autogestita. E’ un progetto di riscatto del lavoro e dell’attività umana, nato dai lavoratori e dalle lavoratrici licenziati dalla Maflow del settore automotive a cui si sono aggiunti artigiani/e, disoccupati, persone in difficoltà che hanno costruito o stanno realizzando un progetto di vita e di lavoro in autogestione ...

Leggi tutto ...

La ripresa del pacifismo politico

La lotta per la pace oggi non può nutrirsi solo di campagne per il disarmo e di opzioni etiche, ha bisogno di un rilancio della politica: senza una modifica dell’ambiente internazionale quelle campagne sono destinate al fallimento. Abbiamo invece bisogno di una connessione tra lotta per il disarmo, promozione della cultura di pace e una forte iniziativa politica per modificare la politica estera italiana ed europea. Di fronte alle sfide epocali che l’umanità è chimata ad affrontare ...

Leggi tutto ...

Scuola di attivazione politica “Facciamo Comunità Trasformative” – Area Nord e Centro

La pandemia da Covid-19 e la guerra hanno fatto emergere limiti e fragilità del modello economico lineare basato sui passaggi «take, make, consume and dispose» (prendi, produci, consuma e scarta). Ancor più chiaramente si è evidenziato come l’Italia, in cui da molto tempo si è rinunciato a pianificare le attività produttive, tenendo conto delle prioritarie necessità delle popolazioni, dei limiti dell’approvvigionamento delle risorse primarie e della crisi climatica, un evento improvviso come il dilagare di una pandemia ...

Leggi tutto ...

(Dis)educare per un mondo migliore

L’uso consapevole del denaro può contribuire a risparmiare e incrementare il proprio benessere personale, ma anche a creare una società più giusta e a ridurre la propria impronta ecologica a favore della tutela dell’ambiente. Un potenziale non certo in grado di cambiare il mondo, ma di sicuro capace di migliorare le condizioni personali e di chi ci vive vicino, avendo anche una piccola, ma importante, influenza sulla società. È quanto emerso in oltre un decennio di Laboratori sul denaro di MAG2 ...

Leggi tutto ...

L’agenda delle continuità

Mentre la crisi eco-climatica e l’emergenza sociale indicano in un nuovo ruolo dei Comuni l’unica possibilità di costruire un altro modello ecologico, sociale e relazionale, gli enti locali vengono continuamente svuotati della propria funzione pubblica e sociale e le comunità territoriali vengono espropriate di beni comuni, servizi pubblici e ricchezza collettiva. A gennaio la campagna Riprendiamoci il Comune con due leggi d’iniziativa popolare ...

Leggi tutto ...

Restiamo diversi da loro

È ormai da molti anni che la dinamica distruttiva del capitale ha accentuato il suo carattere dispotico. Il suo dominio non viene esercitato solo sui singoli individui ma soprattutto sulla cooperazione che li connette. La cultura dominante non può tollerare un’organizzazione diversa del modo di vivere e utilizza ogni mezzo per ridurre all’omologazione o cancellare ogni espressione di una diversità che resiste e cerca di autodeterminarsi. Le resistenze e le ribellioni esistono, in forme diverse e non sempre visibili ...

Leggi tutto ...

881 sporte solidali!

Siamo arrivati alle fasi conclusive del progetto della Sporta Solidale, quelle della consegna e della distribuzione, e siamo pieni di buone notizie da darvi. È stato un bel percorso: siamo partiti dalla festa di Solidalia a Parma e dalla condivisione in un tavolo di confronto di alcune difficoltà da parte dei produttori. Insieme al neonato gruppo di lavoro Bi-sogni i produttori hanno scritto una dichiarazione d'intenti per presentare una iniziativa in cui hanno deciso di affrontare le difficoltà collettivamente ...

Leggi tutto ...

Lettera aperta per il diritto di installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo

Noi, i firmatari di questa lettera aperta, riconosciamo che il libero accesso all’hardware e al software determina quanto a lungo o quanto spesso un dispositivo può essere usato o riutilizzato e dichiariamo che la maggiore longevità e la possibilità di riutilizzo dei dispositivi sia necessaria per una società digitale più sostenibile. Queste sono le motivazioni per cui chiediamo ai legislatori di tutta Europa di sfruttare l’occasione storica e permettere un uso più sostenibile dei prodotti e dei dispositivi elettronici ...

Leggi tutto ...

Il rifiuto della difesa armata

L’alternativa alla difesa armata è il servizio civile. Il problema politico è che il movimento per la pace dovrebbe agire perché effettivamente sia organizzato, oltre che per l’assistenza sociale, per la finalità principale indicata dalla legge frutto delle lotte pacifiste (a cominciare dalla storica lotta degli obiettori di coscienza che hanno pagato con il carcere la loro protesta). In Italia il primo caso di obiezione fiscale alle spese militari è considerato quello di Maurizio Mansueti di Sarzana (La Spezia), nel 1971 ...

Leggi tutto ...

Che cosa dicono gli operai della ex Gkn con la loro occupazione di Palazzo Vecchio

I lavoratori dello stabilimento fiorentino non ci stanno a interpretare il ruolo di vittime abbandonate. Occupando il Salone de’ Dugento, simbolo della sovranità popolare, hanno dato la scossa agli enti locali, mostrando che lo pseudo re (Borgomeo, la classe imprenditoriale) è nudo e che i poteri pubblici devono fare la loro parte. Dario Nardella non somiglia certo a Giorgio La Pira ma va dato atto al sindaco di Firenze e alla sua maggioranza in Consiglio comunale di avere capito che il Collettivo di fabbrica della ex Gkn si sta battendo dalla parte giusta ...

Leggi tutto ...

Due vie per il futuro dell’Africa

Il continente più antico, saccheggiato e impoverito del pianeta è responsabile per una percentuale irrisoria delle emissioni storicamente accumulate a livello mondiale, il 3 per cento, eppure la popolazione che lo abita è condannata a pagare prezzi terrificanti a causa delle conseguenze dei cambiamenti climatici. Di fronte all’Africa, alla luce delle consapevolezze acquisite, c’è un bivio secco, quello tra un avvenire segnato dall’energia pulita – l’Africa ha il 60% delle migliori risorse solari ...

Leggi tutto ...

Lavoro, decrescita e cura

A differenza del lavoro, la cura può svilupparsi solo in un contesto di reciprocità e di gratuità. E mentre il primo genera sempre più spesso frustrazione e impoverimento, la cura arricchisce chi la riceve e chi la presta. Tuttavia, avverte Guido Viale, assistiamo a una tendenza ad assimilare la cura al lavoro: un approccio che lascia intatta prima di tutto la divisione imposta dal patriarcato. “Nel quadro concettuale definito dalla filosofia e dalle pratiche della decrescita andrebbe invece promosso il movimento inverso

Leggi tutto ...

L’Università di Torino si schiera contro l’accordo tra Frontex e il Politecnico

A fine ottobre il Consiglio di amministrazione di Unito ha formalizzato la sua “totale contrarietà” alla collaborazione in essere tra l’Ateneo e l’Agenzia europea al centro di polemiche per la copertura di gravi violazioni dei diritti umani lungo le frontiere. La richiesta è quella di rescindere il contratto milionario per la produzione di mappe. Nella seduta del 27 ottobre di quest’anno i membri del Cda di Unito, che con il Politecnico “condivide” la gestione del Dipartimento che si è aggiudicato la commessa “incriminata” ...

Leggi tutto ...

La legge di bilancio alternativa della campagna Sbilanciamoci! Ambiente, diritti, pace

Da oggi sulla nostra Gazzetta non Ufficiale è pubblicata la legge di bilancio della campagna Sbilanciamoci! “In questo modo – ricorda Giulio Marcon, portavoce di Sbilanciamoci – vogliamo denunciare i ripetuti e persistenti ritardi di questo governo e di quelli precedenti sulla legge di bilancio, che arriva in parlamento con settimane di ritardo. Da anni la discussione sulla legge di bilancio semplicemente non esiste: tutto viene risolto nelle trattative nel governo e tra qualche ministro” ...

Leggi tutto ...

Oltre 100.000 volti a Roma per “Europe for Peace”

La Manifestazione “Europe For Peace”, con un lungo serpentone colorato snodatosi da Piazza Repubblica a Piazza San Giovanni in Laterano, è stata una meravigliosa giornata di Pace, con un percorso di Nonviolenza che deve continuare ogni giorno!! Per la fine della guerra in Ucraina e di tutte le guerre del mondo. “Vi do una notizia”. Attimo di sospensione in piazza San Giovanni alle prime parole dell’ultimo intervento, quello del segretario generale della Cgil Maurizio Landini. “Siamo più di cinquanta!” ...

Leggi tutto ...

2022 Firenze: le sfide delle economie trasformative

L’11 Novembre a Firenze – durante la 4 giorni del ventennale del primo Forum Sociale Europeo (2002-2022) – RIES organizza una giornata dedicata alle Sfide delle economie trasformative per costruire comunità solidali. L’incontro è rivolto a tutte le realtà che stanno promuovendo forme di economia “fuori mercato” e di altro mercato, di finanza solidale, di comunità di pratica e di cura, di beni comuni e di giustizia sociale. Ed è anche un’assemblea aperta, per ripartire dai fondamenti, dai valori condivisi che ...

Leggi tutto ...

La sovranità è dei contadini

Tre persone ogni quattro, tra coloro che abitano questo pianeta, si alimentano grazie ai lavoratori delle campagne. È da loro che viene il concetto di sovranità alimentare, interpretato malamente dal nuovo governo e mai compreso da quella che oggi tenta di proporsi come opposizione parlamentare. Quel che c’è da sapere e quel che non si vuol capire su un concetto pensato e proposto alla fine del Novecento da movimenti e reti contadine. Un concetto ignorato per vent’anni dai grandi media e dalla politica ...

Leggi tutto ...

Non con i miei soldi

Tra i comportamenti meno presi in considerazione quando si parla di fermare la devastazione dei territori e di crisi climatica c’è certamente l’utilizzo del denaro. Eppure il peso della finanza nella corsa verso il baratro che si è spalancato da tempo e in cui rischiano di sprofondare molte delle specie viventi sul pianeta è enorme. Per questo è così essenziale dare credito, dunque affidare i propri – pur esigui – risparmi a chi siamo certi che ne faccia un utilizzo consapevole, trasparente e consono alle nostre idee ...

Leggi tutto ...