Aiuti umanitari e concreti segni di pace. Il senso della carovana in Ucraina

Oltre duecento attivisti hanno partecipato all’iniziativa promossa dalla coalizione “Stop the war now” che hanno portato in Italia circa 300 persone tra anziani, bambini e persone con disabilità. “Avremmo potuto organizzare l’invio di aiuti umanitari alla popolazione ucraina con molte meno persone: da un punto di vista logistico sarebbero stati sufficienti una decina di mezzi e altrettanti autisti per raggiungere lo stesso risultato. La carovana è stata un corpo civile di pace nonviolento” ...

Leggi tutto ...

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Twitter