Coordinamento MAGico

Il Coordinamento MAGico

Il dibattito e il confronto delle esperienze e dei problemi quotidianamente affrontati sono fondamentali per le MAG operanti in Italia: per questo motivo nel 2003 è nato il Coordinamento MAGico.

Il Coordinamento formalizza e dà continuità a un dialogo che da sempre caratterizza il mondo MAG, nel rispetto del principio di autogestione che lascia libera ogni realtà di determinare i propri orientamenti e modalità operative in tutti i settori di attività.

Non esiste un “modello MAG”, ma esistono punti di convergenza e criticità che ogni struttura sperimenta nell'attuazione della finanza etica. La partecipazione e la trasparenza sono alla base della collaborazione tra MAG e nascono dall'esigenza di verificare costantemente le rispettive linee d'azione, per garantire il radicamento sul territorio e l'adesione ai principi che contraddistinguono il rapporto tra MAG e realtà finanziate.

E' in quest'ottica che Verona, Milano, Torino, Reggio Emilia, Venezia, Roma e Firenze sono di volta in volta il luogo di una discussione aperta, che si concentra su tutti gli aspetti pratici e teorici della Finanza Mutualistica e Solidale: le regole statutarie, i servizi offerti ai soci, i processi decisionali e temi più concretamente operativi come la determinazione del tasso d'interesse applicato, le condizioni di rientro e le fideiussioni sono un esempio degli argomenti che entrano in gioco, in quello che si configura come un vero e proprio laboratorio delle MAG. E' in questo modo – attraverso la conoscenza – che si consolida la fiducia reciproca necessaria sia per migliorare l'attività di tutti i giorni, che per fare fronte con una sola voce a problemi strutturali in grado di mettere in crisi la finanza etica.

Il Coordinamento svolge un'ultima funzione cruciale per le MAG: la valutazione e l'accompagnamento dei primi passi di quelle realtà che intendono fare propri i principi della finanza etica e dare vita a nuove MAG. E' così che a Roma e in Calabria stanno nascendo due nuove MAG, attraverso un graduale processo facilitato dall'esperienza di chi da anni è attivo sul territorio.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter