Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Un mese di mobilitazione per dire NO ai caccia F-35

Dal 7 febbraio associazioni e gruppi locali si attiveranno a sostegno della campagna "Taglia le ali alle armi" promossa da Sbilanciamoci!, Tavola della Pace e Rete Italiana per il Disarmo per chiedere al nostro Governo di non procedere all'acquisto di 131 caccia bombardieri Joint Strike Fighter F-35. La data di inizio di questa nuova fase della campagna, che è attiva del 2009 e già ha raccolto oltre 45.000 adesioni, non è scelta a caso ...

Leggi tutto ...

Gli indigeni dell'Ecuador danno scacco alla Chevron

La storia si ripete: per la seconda volta in meno di un anno, Chevron è stata condannata da un tribunale dell'Ecuador a risarcire le comunità indigene danneggiate dall'attività dell'impresa. Eppure quando il 14 febbraio dello scorso anno un tribunale ecuadoriano aveva inflitto una multa da otto miliardi e mezzo di dollari al colosso petrolifero, in molti pensarono che si trattasse di una sentenza destinata ad essere ribaltata ...

Leggi tutto ...

Commercio equo per tutti. Forse.

O forse un dejà-vu. Il rischio di una deriva "mainstream" del movimento del commercio equo e solidale mondiale fa ancora capolino dietro gli effetti di una crisi economica senza precedenti. Con la scusa di aprire maggiori mercati ai produttori si aprono, in realtà, le porte alle grandi corporation e gli effetti potrebbero essere prevedibili. Perché se non si incide sul potere di mercato dei grandi gruppi un commercio realmente equo e solidale non potrà essere "for all" ...

Leggi tutto ...

Una storia corale

Commercio equo è un ossimoro: lo spirito solidale contrapposto alle pratiche commerciali, i produttori nel Sud e i consumatori del Nord, le piccole dimensioni e la Grande distribuzione. E così via. Ma proprio la tensione a superare queste contraddizioni ha sprigionato, in questi 50 anni, un’energia capace di ribaltare -almeno in parte- il mondo ...

Leggi tutto ...

Ferma la banca che distrugge il territorio

Parte la campagna nazionale di pressione sul Gruppo Intesa Sanpaolo in relazione alla costruzione di quattro grandi infrastrutture lombarde: Pedemontana, Bre.Be.Mi., Tangenziale Esterna Milano (Tem) e autostrada Cremona-Mantova, che avranno un pesante impatto sull’ambiente e sulle popolazioni residenti. Promotori dell’iniziativa sono le associazioni A Sud, Beati i Costruttori di Pace, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Comitato NoExpo, Coordinamento Comitati Pendolari Regione Lombardia, Coordinamento Nord Sud del Mondo, Distretto di economia solidale della Brianza, Insieme in rete per uno sviluppo sostenibile, Movimenti civici, Movimento Stop al Consumo di Territorio, Rete civica italiana, con l’adesione di un numero crescente di organismi nazionali e locali ...

Leggi tutto ...

L'Italia apre alla tassazione sulle transazioni finanziarie?

La Campagna ZeroZeroCinque accoglie positivamente le parole pronunciate dal Premier Mario Monti che - in discontinuità con il precedente Governo - ha affermato che l’Italia sta riconsiderando “in sede europea una posizione in senso più favorevole alla proposta di tassazioni finanziarie come già Francia e Germania ritengono necessario fare” ...

Leggi tutto ...

Occupy London: la City è un paradiso fiscale e va abolito

Nella spianata della St Paul’s Churchyard sono circa 200 le tende di Occupy London sferzate dal vento freddo che sale dal Tamigi, a pochi metri da uno dei luoghi simbolo della capitale inglese. È ormai oltre un mese, per l’esattezza dalla fatidica data del 15 ottobre, che gli attivisti hanno messo in piedi il loro accampamento, nonostante la totale avversione della City of London Corporation ...

Leggi tutto ...

Un corso di formazione per il congelamento del debito

A Firenze, il 7 e l'8 gennaio 2012. Organizza il Centro Nuovo Modello di Sviluppo. Destinato a chiunque voglia impegnarsi sul proprio territorio per diffondere un'altra idea di soluzione del debito imperniata su tre capisaldi: 1) congelamento del pagamento di interessi e capitale; 2) la costituzione di una commissione d'indagine popolare per accertare la legittimità del debito e definire un piano, ponderato e partecipato, di uscita dal debito; 3) riforma delle entrate e delle uscite pubbliche improntata a criteri di fiscalità progressiva, eliminazione degli sprechi, salvaguardia della spesa sociale, recupero di investimenti per la difesa dei beni comuni e riconversione socio-ambientale della produzione ...

Leggi tutto ...

Nasce Etinomia, quando l'etica sposa l'economia

Nuova associazione di imprenditori. E il sito sarà una piazza con i settori merceologici per dirottare i NOTAV sulle attività più etiche ...

Leggi tutto ...

Controfinanziaria Sbilanciamoci 2012

Nel 13° Rapporto, la Campagna Sbilanciamoci! non si è soffermata solo sull'analisi critica dei contenuti della Legge di Stabilità e sul Bilancio dello Stato, ma anche su tutti i provvedimenti di correzione dei conti pubblici con effetti nel triennio 2011-2013 ...

Leggi tutto ...