Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

La stessa cricca

Quanto accade intorno alla Tav in Val Susa conferma che i due Matteo, Salvini e Renzi, sono della stessa pasta, “amici del partito del tondino e del cemento – come scrivono i No Tav – foriero di voti e sostegno politico nelle loro scalate ai vertici del potere…”. Ma mostra anche ciò che per i media mainstream resta un mistero: malgrado mistificazioni e tentativi di indebolirli, i No Tav sono ancora lì, con un movimento intergenerazionale e in forte risonanza con molti altri movimenti territoriali ...

Leggi tutto ...

Chi paga gli interessi di Roma?

Con la recente approvazione del decreto Crescita, lo Stato diventa il titolare di una parte del debito storico di Roma Capitale. In realtà, lo Stato già interveniva annualmente con una quota-parte (300 milioni) e il recente passaggio permette due cose: evitare il default della struttura commissariale che gestisce il debito storico e che si sarebbe a breve trovata senza liquidità, e permettere allo Stato di rinegoziare con i creditori sui tassi di interesse di quel debito, che viaggiano intorno al 6% ...

Leggi tutto ...

Cosa accade al movimento per i beni comuni?

La raccolta firme per la legge di iniziativa popolare Rodotà sui beni comuni; l’affermazione dei “beni comuni” nei movimenti sociali, nelle scienze sociali e perfino nella politica istituzionale ma, allo stesso tempo, gli infiniti processi di privatizzazione e mercificazione di tutto ciò che è “comune”; le diverse interpretazioni del concetto di bene comune; le divisioni tra chi pensa che la discriminante per avere un bene comune non stia nel titolo formale di proprietà ma nel sostanziale rispetto degli usi e delle finalità sociali ...

Leggi tutto ...

Le società possibili

Viviamo tempi indubbiamente complicati, all’interno dei quali lo spazio pubblico sembra essere interamente occupato dal “conflitto” tra l’oligarchia finanziaria, espressione dell’establishment europeo, e le forze populiste, sovraniste e nazionaliste, che sembrano incanalare la frustrazione sociale, sino ad arrivare al governo di diversi Paesi, come è avvenuto in Italia. Un conflitto più apparente che reale, poiché entrambi i contendenti, tra loro specularmente complementari, non mettono in discussione le politiche liberiste e di austerità ...

Leggi tutto ...

STOP F-35! Ultima possibilità

Da anni buttiamo miliardi di euro per i cacciabombardieri F35, invece di pensare al lavoro, all’ambiente, alla salute, all’istruzione. Aiutaci a fermare questo folle spreco di soldi (pubblici). Entro il 2020 l’Italia dovrà decidere in via definitiva (aderendo o meno ai contratti “multi-year”) se acquistare tutti i 90 cacciabombardieri F-35 previsti dal piano di acquisizione. Al momento attuale il Governo ha confermato che verranno sicuramente confermati i primi 28 velivoli previsti ...

Leggi tutto ...

Pestiamo il caporalato

Dall’inferno dei lager della Libia a un progetto di lavoro con dignità. Assay è un pestato di cime di rapa e broccoletti nato dall’incontro fra 9 ragazzi migranti e 5 aziende biologiche grazie al progetto #InCampo! Senza caporale. Un buon esempio di come combattere lo sfruttamento mettendo al centro di un’iniziativa i diritti delle persone e l’agricoltura che fa bene a tutti ...

Leggi tutto ...

Energia bene comune: dalla transizione energetica alla giustizia climatica

Se si considera l’energia un bene comune anziché una merce di proprietà privata, si collega direttamente la produzione al consumo e si riafferma la nostra responsabilità di consumatori di energia. Nel 2019, solo i lobbisti del petrolio e certi squallidi politici continuano a negare l’influenza delle attività umane sul clima della Terra. Le prove scientifiche si stanno accumulando e sappiamo che dobbiamo cambiare il nostro stile di vita. Il concetto di transizione energetica è ormai accettato ...

Leggi tutto ...

Il tempo del consumo critico

La proposta dei Saturdays for Future, i Sabati per il Futuro, con le giornate dedicate «al consumo e alla produzione responsabile», nasce dalla cultura del consumo critico italiana che ha ormai una lunga storia importante di cui oggi abbiamo sempre più bisogno. Ma perché abbia forza abbiamo bisogno di rimettere in discussione la nostra idea di ricchezza. E di dare centralità al tema dell’informazione, il Greenwashing non scherza ...

Leggi tutto ...

Casa farmaceutica senza padroni

Nel 2016 l’impresa aveva un passivo di 50 milioni di dollari, ma in primavera il Tribunale Commerciale della città di Buenos Aires ha dato l’autorizzazione ai lavoratori e lavoratrici dell’ex laboratorio Roux Ocefa di continuare l’attività con l’utilizzo delle due installazioni ubicate a Villa Luro e Mataderos. Dall’ottobre dell’anno scorso stavano realizzando una occupazione pacifica per recuperare le loro fonti di lavoro. E ci sono riusciti ...

Leggi tutto ...

Dal blockchain alla finanza etica

Il mondo delle criptovalute, dalla antesignana Bitcoin al possibile, ma non probabile, lancio di Libra da parte di Zuckerberg, e le comunità della blockchain. Quale sarà il loro sviluppo, l’impatto sulle banche e che tipo di opportunità possono rappresentare. Come tutte le innovazioni, e in particolare quelle che nascono dal basso, anche la Distributed Ledger Technology, di cui la blockchain è specifica declinazione, ha un grande potenziale libertario di democratizzazione e redistribuzione del potere ...

Leggi tutto ...