Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Movimento No Tav, lettera al Governo

In Val di Susa il Movimento non smette di presidiare ogni giorno il territorio e di ricomporre in molti modi diversi le relazioni sociali di coloro che vivono in Valle: per questo, dopo il bellissimo Festival alta felicità e la manifestazione di fine giugno, il Movimento No Tav scrive una lettera al governo per ricordare a tutti come, al di là delle promesse elettorali e della nuova analisi in corso dei costi/benefici, i promotori della Torino-Lione non si siano per nulla fermati ...

Leggi tutto ...

In cerca di una rotta da seguire

In Messico, come in altri paesi del Sud del mondo, l’idea della decrescita è stata considerata per molti anni come una moda che interessava i paesi ricchi. Poi una critica dello sviluppo sempre più generalizzata ha cominciato ad essere espressione di molte resistenze dal basso. La prima Conferenza Nord-Sud sulla decrescita che si tiene a Città del Messico è un’ottima occasione per fare un bel passo avanti. Sarà di grande utilità anche per i movimenti che ...

Leggi tutto ...

Arbúcies, un esperimento in evoluzione alla ricerca di nuove forme di radicalismo per il 21esimo secolo

Lo sforzo della FairCoop, di ampliare la rete dei movimenti cooperativi sotto il segno dell’economia solidale al di là di regioni i confini, ed di uno dei suoi strumenti più conosciuti - la moneta digitale FairCoin- hanno raggiunto un importante traguardo con un recente accordo che ha permesso l’accettazione di questa criptomoneta da parte del municipio di Arbúcies, in Catalogna, come pagamento di alcuni servizi erogati ...

Leggi tutto ...

Monete altre e comunità locali

Diversi tipi di “monete altre”, sociali o comunitarie, locali e complementari, stanno suscitando un’attenzione crescente anche nel nostro paese, specie dopo l’ultima crisi finanziaria globale. Rimane però ancora largamente sottovalutato il ruolo che gli strumenti di scambio e di credito mutuali possono svolgere nel favorire le economie solidali, le pratiche del consumo critico e le nuove agricolture sostenibili. Opportuni strumenti di scambio, di credito e di misura dei valori economici ...

Leggi tutto ...

TTIP-zombie: così UE e USA giocano a scacchi con la nostra vita. Fermiamoli ora

Lo avevamo annunciato: il TTIP non è morto, è in piena salute e va bloccato subito. Il presidente statunitense Donald Trump e il capo della Commissione europea Jean-Claude Juncker vogliono riavviare le trattative per un accordo tossico senza coinvolgere nessun Parlamento. Per questo Stop TTIP lancia oggi una campagna di pressione sul Parlamento italiano ed europeo, che non si fermerà fino a quando questo negoziato non sarà abbandonato ...

Leggi tutto ...

Si fa presto a dire “altro”

Altra economia, altro mondo, altro mercato, altro… Si fa presto a dire che si vuole cambiare cose che non vanno, ma da lì a costruire una alternativa concreta sta di mezzo il mare, l’oceano che ci separa dalla fatica dell’incontro con l’altro, il suo volto, le sue idee e le sue abitudini. Per fortuna c’è chi non si lascia scoraggiare e ha intrapreso la traversata. È forse questo il pensiero che resta in testa dopo la Festa dell’Altra Velocità che si è tenuta ad Avigliana (Torino) dal 29 giugno al 1° luglio 2018 ...

Leggi tutto ...

Per uscire dalla crisi, riprendiamoci la Cassa!

Proviamo a fare un esempio. Una comunità territoriale, grazie al bilancio partecipativo, sceglie democraticamente le priorità d'intervento tra le opere da realizzare nel proprio territorio. Le opere scelte -un asilo nido, un parco, un incubatore d'imprese innovative, la messa a norma degli edifici scolastici, la sistemazione idrogeologica del territorio, la ristrutturazione della rete idrica etc- vengono finanziate attraverso il risparmio dei cittadini ...

Leggi tutto ...

I diritti prima del commercio

Un asse Europa-Giappone per mettere nell’angolo Trump, creando un mercato comune con il Giappone e con quei paesi “in via di sviluppo”, come il Vietnam, che Tokyo ha incluso nel Tpp. Insieme a grandi esportatori come Australia e Nuova Zelanda. È questa la narrativa con cui il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker e il premier giapponese Shinzo Abe hanno firmato a Tokyo l’accordo di libero scambio Ue – Giappone conosciuto come «Jefta». L’Ue conta di ottenere la maggior parte dei guadagni ...

Leggi tutto ...

Abitare il presente

Viviamo collocati nel presente, è questo il nostro problema? No. Non viviamo eccessivamente collocati nel presente, sostiene Amador Fernández-Savater. Il nostro problema è piuttosto il contrario: l’incapacità generalizzata di stare qui e ora, l’erosione dell’attenzione, il vivere in un “tempo contratto tra le cose in attesa e i possibili…”. Anche coloro che in modi diversi cercano di cambiare il mondo sono oppressi dagli stessi mali degli “imprenditori di se stessi” neoliberali ...

Leggi tutto ...

Società civile e Parlamentari si impegnano a bocciare il CETA e a non far avanzare il JEFTA e gli altri trattati tossici

L’intergruppo dei parlamentari No CETA, insieme alle organizzazioni promotrici della piattaforma No CETA e della campagna Stop TTIP Italia hanno rinnovato le loro preoccupazioni a fronte della firma avvenuta oggi tra Europa e Giappone dell’Accordo di partenariato economico conosciuto come JEFTA. Le associazioni chiedono che sia portata all’ordine del giorno dell’Aula la ratifica del CETA con un’indicazione chiara che ne preveda la bocciatura, condizionando così l’intera agenda commerciale europea ...

Leggi tutto ...