Se c’è una cosa che ha insegnato la crisi finanziaria è che staremmo tutti meglio con meno finanza. Se ti interessano le risposte della finanza etica e dell'economia solidale a questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Riunirsi, progettare, attuare l’utopia

Sì, certo, ha ragione Serge Latouche quando esige che si esca dall’ “economia”, cioè dal tipo di costruzione immaginaria, culturale, politica, produttiva e distributiva di beni tutta incentrata sull’accumulazione, la crescita e la competizione. Non possiamo attendere ancora, il tempo opportuno o le condizioni favorevoli, per liberarci dalla schiavitù globale determinata dal capitalismo. Una volta usciti dall’economia, però, possiamo (ri)entrare per aprire e ripensarne il concetto, per farla nascere, guardando ai valori veri della vita ...

Leggi tutto ...

Se un paesino manda via una corporazione

Eccoci qui, dopo sei anni di battaglie e batticuore, la fine è arrivata anche per il pozzo proposto dall’Eni e dalla sua socia minoritaria Petroceltic a Carpignano Sesia (Novara), popolazione 2,521 anime. Il pozzo Carisio non s’ha da fare! Sono felice: per questa piccola comunità nel verde che ha sconfitto il gigante con caparbietà e perseveranza, per il nostro pianeta che cosi ha un pozzo di meno, e per la speranza che questa storia infonde a tutti quelli ...

Leggi tutto ...

Direttiva Bolkestein : fermare la Procedura UE di Notifica preventiva sui Servizi Pubblici Locali

Vi segnaliamo e vi invitiamo ad aderire all’iniziativa degli amministratori locali, movimenti e sindacati europei contro la nuova Procedura UE di Notifica sui Servizi. Con un accordo in fase di trattativa sulla revisione di parte della direttiva Bolkestein, l’UE potrebbe ridurre ulteriormente il potere delle Autonomie Locali e più in generale delle collettività territoriali, di assumere decisioni realmente “progressiste”. In effetti i Comuni, Province ecc prima di prendere ogni nuova decisione ...

Leggi tutto ...

La decrescita non è la loro recessione

L’affermazione del concetto di decrescita ha una breve ma molto significativa storia che si dipana ormai da una quarantina d’anni. Resta però ancora molto arduo affrontare un mito (e un senso comune) così radicato come quello della desiderabilità di una crescita economica sostanzialmente eterna. Quella dannosa illusione, però, è destinata inevitabilmente a cadere presto per tutti: la velocità con cui il pianeta mostra i limiti delle risorse che può offrire è sempre maggiore ...

Leggi tutto ...

Fabbriche recuperate, due esempi emiliani

Hanno scongiurato il fallimento e la chiusura, rilevate in cooperativa dagli stessi dipendenti grazie alla legge Marcora: sono la Italstick che produce ed esporta carta autoadesiva e la Alfa Engineering che produce giunti per il settore Oil & Gas (Modena). A partire dalla crisi dei subprime, iniziata negli Stati Uniti nel 2006 e approdata sui nostri lidi due anni più tardi, l’impresa manufatturiera italiana – tranne rare eccezioni – ha attraversato una decade problematica ...

Leggi tutto ...

Una controstoria del Novecento

Si può parlare del secolo racchiuso tra il 1918 e il 2018 come di un secolo di pace? A Torino, un gruppo di studiosi crede di sì: mettendo insieme diverse esperienze di pace e giustizia dei decenni passati in tutto il mondo, ha dato corpo a una vera e propria controstoria. Non sono solo le guerre e il sangue sparso a indirizzare la storia dell’umanità, ma anche, e soprattutto, le azioni di pace, gli atti e le lotte nonviolente, di cui il Novecento è costellato ...

Leggi tutto ...

Europa dell'oligarchia o della democrazia?

Per capire chi e come decide in Europa occorre risalire alle modalità della nascita delle Comunità europee che precedettero l’attuale UE, a partire dalle grandi questioni che ne determinarono la nascita. Insieme al desiderio di pace dei popoli europei, che fu reale e diffuso, incombevano alcune grandi questioni economiche e geopolitiche inestricabilmente collegate. La competizione franco-tedesca da economica e culturale ha caratterizzato sia la seconda metà del XIX secolo che la prima del XX ...

Leggi tutto ...

La ricerca della giustizia per i lavoratori del settore tessile

“Di chi è la responsabilità della morte di chi cuce i nostri abiti?”. Si è conclusa la “Week of Justice” promossa da Abiti Puliti, per chiedere giustizia per le vittime dell’incendio avvenuto nel 2012 nella fabbrica tessile Ali Enterprises, in Pakistan. Una mobilitazione che continua nel solco dei diritti dei lavoratori, anche per chiedere al gruppo H&M di rispettare gli impegni presi sull’equità dei salari. Prima di farvi tentare dal pullover da 19,99 euro -uno dei “regali perfetti” proposti sul sito di H&M- ...

Leggi tutto ...

I nostri doveri planetari

Mentre la crisi climatica peggiora a una velocità superiore a quanto finora previsto, alla conferenza sul clima in Polonia sono state stabilite alcune regole che difficilmente riusciranno a mettere in pratica entro il 2020 quanto deciso agli accordi di Parigi del 2015, comunque insufficienti rispetto all’intensità dei cambiamenti. In una lettera aperta diffusa in tutto il mondo (tra i firmatari Vandana Shiva, Noam Chomsky, Naomi Klein), per invitare a una mobilitazione straordinaria ...

Leggi tutto ...

Raddrizzare il mondo è vitale e possibile

Una piccola parte dell’umanità ha saccheggiato, devastato e rovesciato il mondo di tutti. La cravatta del debito, la criminalizzazione della solidarietà, la retorica legalitaria, le negazione del razzismo, il precariato a vita, le guerre commerciali e quelle tecnologiche, l’estrattivismo e l’indifferenza rispetto al riscaldamento globale sono alcuni volti di quel rovesciamento. Ha ragione Sergio Segio, curatore del Rapporto sui diritti globali, c’è un’assuefazione al mondo rovesciato da cui liberarci ...

Leggi tutto ...