Novembre 2010

La creatività concretizzata

 

Esattamente sei mesi fa è iniziato un percorso creativo all'interno della MAG4. Un percorso portato avanti attraverso assemblee creative a cui hanno partecipato un numero ristretto di soci che hanno lasciato a casa la propria razionalità e hanno messo in campo la propria creatività per osservare la MAG da un altro punto di vista.

Tutto è iniziato ad aprile con un'assemblea alternativa rispetto alle consuete riunioni dei soci. Un'assemblea in cui sono emersi alcuni bisogni della MAG e si sono abbozzate le prime soluzioni senza chiedersi se fossero fattibili oppure no. Tra le idee emerse: un'associazione parallela che fa movimento, un secondo ufficio in un camper, lavoratori e consiglieri a scadenza a turno tra i soci, un movimento per una rifondazione, una MAG senza interessi, senza euro, che usa il baratto. Azioni che hanno come scopo il movimento, la gratuità, la relazione, la voglia di stare fuori dagli schemi del mondo finanziario.

Il percorso creativo è continuato con l'assemblea del 6 luglio scorso, in cui i soci, spinti anche dall'esito positivo avuto dall'appello, hanno elaborato due precise linee d'azione: l'azione politica (campagna di pressione o simili) che punti sui collettivi e non sui singoli, con la convinzione che non bisogna solo parlare del mondo, ma bisogna agire nel mondo, e l'azione basata sulla gratuità e lo scambio di competenze in ambiti che si stanno già muovendo verso la mutualità.
Piano piano le discussioni sono diventate più concrete. Sono state anche riprese dal  Consiglio di amministrazione e dall'equipe lavoratori.
L'ultimo appuntamento con la creatività si è tenuto il 6 ottobre. E' stato un incontro molto più concreto rispetto ai precedenti. Sono stati ideati quattro progetti collegabili alle due linee di azione. Non solo, ma si sono pensate anche delle azioni concrete per realizzare i progetti. Il tutto può essere sintetizzato con la seguente tabella

Linee d'azione

Progetti

Azioni concrete

Politica

Meno finanza per tutti (più economia reale)

  • aderire alle campagne come Tobin tax, ATTAC, la zerozerocinque, andiamo oltre Basilea III, e tutte quelle campagne che sono della linea “meno finanza per tutti e più economia reale”;

  • proporre altre campagne in questa linea.

Comunicazione 2.0 (non bisogna essere chiusi in se stessi, bisogna trovare un modo per essere più interconnessi con la rete sociale, con il mondo esterno. La comunicazione deve essere più dinamica, ecco perché il titolo Comunicazione 2.0. In realtà questo progetto può essere collegato anche all'azione di gratuità / scambio di competenze)

  • aggiungere sul sito accanto agli articoli i tasti di condivisione con facebook, zoes, ecc. così chi legge può condividere con il resto del mondo e, in modo indiretto, si raggiungono quei “social network” a cui non interessa partecipare ma può essere un modo per diffondere le proprie idee;

  • mettere sul sito il MAGazine non in formato pdf ma in formato di articolo così è agevolata la ricerca sul web;

  • permettere ai soci che si registrano al sito di commentare gli articoli, facilitando l'interazione;

  • sostituire l' RSS delle notizie del sito con l'aggregazione dei blog che rimanda ai siti suddivisi in due categorie: meno finanza per tutti (che rappresenta il futuro) e la crisi finanziaria (che rappresenta il passato);

  • mandare ai soci il MAGazine con una mail simile alla Newsletter di sbilanciamoci, per agevolarne la lettura.

Gratuità /

Scambio

di competenze

Inter-azione con le reti

  • entrare in contatto con reti che si stanno muovendo verso la mutualità (Social Club, movimenti dei movimenti, presidiare la democrazia, finanza etica a sostegno dei Gas). Creare una relazione, partecipare, eventualmente chiedendo ai soci di essere i referenti;

  • se non è possibile partecipare, far conoscere queste reti ai soci.

Coordinamento e formazione

  • fare un corso per i soci su come spiegare che cos'è la MAG e come funziona, e, più in generale, su come spiegare che cos'è la finanza etica, l'economia solidale;

  • mettere a disposizione dei soci dei materiali (es i volantini) che si possono facilmente portare dietro alle fiere, agli eventi a cui partecipano;

  • integrare il Kit per il socio aggiungendo la presentazione della MAG, la differenza tra la MAG e le banche, i dati aggiornati dei cartelloni presentati al ventennale;

  • chiedere ai soci di partecipare alla vita MAG una tantum, anche solo via mail e non di persona su argomenti in cui hanno più competenza.

Terminato il lavoro delle assemblee ora la palla passa a tutti i soci, attraverso questo MAGazine e, successivamente, attraverso ulteriori comunicazioni via email e sito web. Chi fosse disponibile a sviluppare le azioni emerse o chi, all'interno dei quattro progetti, volesse metterne in atto di nuove facendosene carico praticamente scriva a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter