Misure anticrisi vere e presunte

In questo momento si fa un gran parlare di misure anticrisi ma spesso la realtà è diversa dalla rappresentazione che viene data, come ad esempio evidenziavamo nel MAGazine di novembre 2009 nell'articolo “E come possiamo supportare un sistema bancario in crisi?” http://www.mag4.it/rete/magazine/novembre-2009/402-e-come-possiamo-supportare-un-sistema-bancario-in-crisi.html

Da allora la Mag ha approvato 10 richieste di sospensione del rientro dei finanziamenti, mentre il sistema bancario, a parità di dimensioni, ne ha approvate 0,3 (con circa duecentosessantamila richieste approvate http://www.dt.tesoro.it/it/progetti_speciali/moratoria/ ma un volume dei finanziamenti di circa novecentomila
volte quello della MAG4 http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel11/rel11it/banche_intermediari/rel11_17_attivita_banche_intfin.pdf).
Avendo sempre tentato nel nostro piccolo di essere coerenti, l'Assemblea dei soci, su suggerimento del Gruppo MAG, ha poi approvato l'anno scorso di tenere fermi i tassi il più a lungo possibile http://www.mag4.it/raccolta/strumenti/901-interessi-attualmente-corrisposti.htmlin modo da tenere più bassi possibili i tassi per i soci finanziati. Questo ha portato un risparmio per i soci finanziati stimabile per il 2011 in 48.000 €, dato che, a fronte di una media di 2.400.000 € di finanziamenti durante l'anno, il tasso d'interesse è stato più basso del 2%, continuando a essere agganciato all'inflazione del 2009 (0,7%) e non a quella del 2011 (2,7%).

 

 

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it Piccola, grandiosa opera d’arte lasciata all’ingresso della Banca Intesa di via De Amicis, a Milano.

 

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter