Riflessioni e spunti dal settore rientri problematici, ribadiamo i nostri principi?

Nel corso dell'ultimo periodo ci stiamo interrogando sul modo che la MAG4 usa per portare a buon fine l'intera restituzione dei finanziamenti che eroghiamo (il tema è uno dei punti della pianificazione triennale).
Sentiamo l'esigenza di un confronto ampio con la base sociale per ribadire, o eventualmente rivedere, il principio secondo il quale tutti i soldi che prestiamo vanno restituiti.
E' evidente che se dovessimo rivedere questo principio, l'impegno della MAG4 nel suo complesso deve essere tale da garantire la sostenibilità complessiva della cooperativa.

La revisione di questo principio può solo passare da un maggiore impegno da parte dei soci.
Individuare delle modalità che supportino le realtà socie di MAG4 che sono in difficoltà, potrebbe esprimersi con vari strumenti...mettendo a disposizione le competenze che si hanno ad esempio, oppure cercando di aumentare gli scambi e le relazioni all'interno della rete, o perché no aiutare più concretamente chi non ha possibilità di restituire interamente il finanziamento ricevuto.
Abbiamo affrontato temi analoghi negli ultimi anni proponendo, ad esempio, ai soci finanziati la rinuncia all'abbassamento del tasso di interesse e la risposta in questo caso è stata molto positiva. Al contrario, il riscontro ricevuto in caso di ipotesi di tasso negativo da applicarsi al capitale sociale (evidenziato nell'assemblea soci del 12/06/2015) è stato molto negativo.
Vorremmo quindi capire se il principio sul quale si sono sempre basati i rientri problematici della MAG4 è ancora un principio condiviso o se ci sono proposte alternative praticabili.
La bravissima Ilaria Fresa per Italia che Cambia! Parole chiave delle MAGCerchiamo di promuovere una metodologia di lavoro basata sulla collaborazione, sulla reciprocità e sulla pari dignità dei soggetti coinvolti, cercando di individuare soluzioni che possano soddisfare le diverse esigenze di tutti i soggetti.
Affinché questo avvenga è necessario che chi riceve il finanziamento abbia chiaro che non ha a che fare con una banca, ma con una rete di soggetti con pari dignità tra loro e tra i quali si instaura una relazione di fiducia, elemento senza il quale la MAG4 non potrebbe esistere; di contro questo deve essere un incentivo per la realtà finanziata nel fare tutte le azioni possibili per portare a buon fine la restituzione del finanziamento. Se ci si sente parte di un collettivo del quale si condividono i principi, si è certamente incentivati a portare a termine gli impegni assunti.
Ma come fare in questi casi a tenere insieme il principio secondo il quale tutti i soldi vanno restituiti, senza intaccare la possibilità per la realtà finanziata di poter continuare a lavorare nonostante le azioni coercitive messe in campo da MAG4 per recuperare il finanziamento?

Abbiamo ricevuto alcuni rimandi rispetto al fatto che la nostra operatività nel recuperare i finanziamenti sia in alcuni casi troppo rigida, ma se non riusciamo ad individuare delle altre soluzioni, non sappiamo come altro fare per recuperare tutti i soldi che hanno messo a disposizione i soci.
Vorremmo quindi aprire una riflessione con tutti voi, iniziando a scrivere queste righe, per parlarne poi in una o più assemblee soci future.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter