Bilancio 2016: economico e sociale

Cari soci, una piccola premessa prima di leggere il bilancio 2016. Come vedrete, lo schema di bilancio è cambiato rispetto all’anno scorso. Niente panico! Alcune voci si chiamano semplicemente in modo diverso.

 STATO PATRIMONIALE

Attivo 2016 2015 Passivo 2016 2015
10) Cassa e disponibilità liquide 77.441 101.377 10) Debiti v.so banche e enti finanziari 0 0
20) Crediti verso banche e enti finanziari 0 0 20) Debiti verso la clientela 1..243.625 1..288.080
30) Crediti verso la clientela 2.304.671 2.324.250 30) Debiti rappresentati da titoli 0 0
40) Obbligazioni e altri titoli di debito 0 0 40) Passività fiscali 0 6.773
50) Azioni, quote e altri titoli di capitale 63.446 63.446 50) Altre passività 9.288 14.901
60) Partecipazioni 0 0 60) Ratei e risconti passivi 13.013 12.065
70) Partecipazioni in imp. nel consolid. 0 0 70) Trattamento di fine rapporto 78.353 72.593
80) Immobilizzazioni immateriali 434 652 80) Fondi per rischi e oneri 173.581 181.775
90) Immobilizzazioni materiali 42 138 90) Fondo per rischi finanziari generali 0 0
100) Capitale sottoscritto e non versato 4.850 5.450 100) Capitale sociale 1.116.224 1.093.321
110) Azioni o quote proprie 0 0 110) Sovrapprezzi di emissione 0 0
120) Attività fiscali 10.662 18.648 120) Riserve 152.685 148.551
130) Altre attività 288.756 237.833 130) Riserve di rivalutazione 0 0
140) Ratei e risconti attivi 39.901 70.526 140) Utili (Perdite) portati a nuovo 0 0
150) Utile (Perdita) d'esercizio 3.434 4.261
Totale attivo 2.790.203 2.822.320 Totale passivo 2.790.203 2.822.320

 

Garanzie e impegni 2016 2015
10) Garanzie rilasciate 0 0
20) Impegni 0 0
Totale garanzie e impegni 0 0

 

CONTO ECONOMICO

2016 2015 2016 2015
10) Interessi attivi e proventi assimilati 94.929 110.648 150) Rettifiche/riprese di valore imm. imm e materiali -314 -313
20) Interessi passivi e oneri assimilati -6.287 -11.294 160) Altri proventi di gestione 42.745 39.983
30) Margine di interesse 88.642 99.354 170) Altri oneri di gestione -51 -31
40) Commissioni attive 0 0 180) Costi operativi -115.890 -125.390
50) Commissioni passive 0 0 190) Rettifiche di valore su immobilizz finanziarie 0 0
60) Commissioni nette 0 0 200) Riprese di valore su immobilizz finanziarie 0 0
70) Dividendi e altri proventi 11.460 15.648 210) Utile/perdita attività ordinaria -15788 -10.388
80) Profitti e perdite da operazioni finanziarie 0 0 220) Proventi straordinari 20.412 26.358
90) Margine di intermediazione 100.102 115.002 230) Oneri straordinari -1.190 -4.936
100) Rettif. di valore su crediti e accant gar. e impegni 0 0 240) Utile/Perdita straordinario 19.222 21.422
110) Riprese di valore crediti e accant garan. impegni 0 0 250) Variazione del fondo per rischi finanziari generali 0 0
120) Risultato netto della gestione finanziaria 100.102 115.002 260) Imposte sul reddito di esercizio 0 -6.773
130) Spese amministrative -154.770 -146.029 270) Utile (perdita) d’esercizio 3.434 4.261
140) Accantonamenti per rischi e oneri -3.500 -19.000    

 

Laboratorio Donne e Denari Agape 2011Questo è un bilancio nuovo che ha richiesto uno studio approfondito per la sua redazione. E’ il bilancio che chiude il mandato di questo consiglio di amministrazione e apre ad un nuovo mandato e ad una nuova pianificazione triennale.
Il 2016 segna la fine della storia di MAG4 intesa come intermediario finanziario ex art 106 del Testo Unico Bancario, un sollievo sotto molti punti di vista e la nascita della cooperativa “finanziaria infragruppo” mutualistica e solidale. Durante il 2016 si sono sistemate le varie procedure interne a seguito di questo cambiamento e la cosa più interessante è che si sono conclusi quei lavori programmati nella pianificazione triennale 2014-2017 che si erano lasciati indietro.
Nella sostanza possiamo dire che il bilancio 2016 si è chiuso positivamente. Si conferma quanto già preannunciato nell’assemblea invernale del 6 dicembre scorso: il 2016 si chiude in sostanziale pareggio e di questo possiamo essere contenti. Le stime per il 2016 non erano certamente rosee: “il 2016 dovrebbe essere il peggiore degli ultimi anni, dal 2017 dovrebbe iniziare la risalita”.
Il 2016 ha visto un calo degli interessi attivi sui finanziamenti (la maggioranza dei finanziamenti è al tasso vecchio del 6,25% e solo pochi finanziamenti al nuovo tasso dell’8,75%) e costi ancora uguali agli anni precedenti perché, anche se cancellati dall’albo degli intermediari finanziari, per metà anno sono stati ancora fatti gli adempimenti con i relativi costi.
Ciò nonostante si è riusciti a chiudere con un segno positivo ed accantonare 3.500 euro al fondo rischi.

Vediamo i numeri nel dettaglio:
Il conto economico è quello che mostra maggiormente le differenze rispetto alla riclassificazione del bilancio valida fino all’anno scorso. Oltre alla rappresentazione scalare e non più a sezioni contrapposte sono comparsi una serie di “sotto-totali” più o meno utili per la MAG4. Al di là della voce 270 Utile dell’esercizio, merita guardare la voce 210 Utile (perdita) delle attività ordinarie che per il 2016 (come anche nel 2015) è negativa e rispecchia quanto più volte detto: i ricavi straordinari hanno un notevole peso nella gestione di MAG. I ricavi straordinari sono per la maggior parte composti dagli interessi dilatori/more non di competenza del 2016 calcolati su quei fideiussori che sono stati trovati o che si sono fatti vivi dopo una loro lunga latitanza. A differenza del sistema bancario tradizionale, la MAG4 calcola gli interessi dilatori sui crediti certi, sui Assemblea Cascina Penseglio 1990garanti con cui è in contatto e non sui fideiussori di cui si sono perse le tracce. E’ di sicuro un approccio molto prudenziale che spiega perché i preventivi sono di solito sottostimati rispetto ai preventivi.

Ricavi: gli interessi attivi presentano un calo del 14% rispetto al 2015 mentre le consulenze (comprese nel conto altri proventi di gestione) del 16%. L’aspetto positivo del settore consulenze è che negli ultimi mesi vi è stato fermento nelle consulenze generali: ben 6 incontri zero in quattro mesi, alcuni dei quali si sono trasformati in piccole consulenze.

Costi: le voci che variano maggiormente sono: gli interessi passivi su libretti che calano del 44% (calo spiegato dalla riduzione dei tassi e dal calo della raccolta), l’accantonamento al fondo rischi, 19 mila euro nel 2015 e 3.500 euro nel 2016, le spese legali (comprese nella voce altre spese amministrative), 13.300 nel 2015 e 21..500 nel 2016.
Per quanto riguarda le imposte, a seguito delle modifiche IRAP introdotte già lo scorso anno (deduzione dell'intero costo del lavoro dall'imponibile IRAP) e avendo in riporto da esercizi precedenti le residue quote accantonamenti rischi su crediti in variazione in diminuzione, il reddito imponibile IRAP e IRES è pari a zero, e pertanto non vi sono importi IRES e IRAP di competenza dell'esercizio.
Da un punto di vista patrimoniale merita osservare le voci del passivo che rispecchiano la solidità della struttura.

Fondo rischi su crediti presenta una diminuzione del 4,5% rispetto al 2015: l'accantonamento di 3.500 euro ha compensato solo parzialmente il suo utilizzo di circa 11.700 euro per la svalutazione di crediti inesigibili relativi ai finanziamenti concessi alla coop Jokko e Due Valli International e ai crediti relativi alle consulenze (coop. Alice nello specchio e coop La quercia).

Capitale sociale: dopo un 2015 in cui era sceso del 7%, nel 2016 riprende a salire del 2% con 10 ammissioni e 24 recessi.

Riserve presentano un aumento di quasi il 3%.

Per quanto riguarda l'utile del 2016 di 3.434 euro la proposta del Consiglio di Amministrazione è la seguente:

Aumento gratuito capitale sociale ex L.59/92

0,00

3% dell'utile a fondi mutualistici ex L.59/92

1.030,00

Riserva legale (30% utile)

103,00

Altre riserve indivisibili

2.301,00

Vi aspettiamo in assemblea per discutere il bilancio. Se volete ulteriori materiali potete richiederli telefonando in sede o inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ormai da qualche anno affianchiamo al bilancio economico il bilancio sociale, un strumento alternativo al bilancio tradizionale per valutare attraverso una diversa lente l’andamento della cooperativa. I bilanci sociali degli anni scorsi ed i relativi indicatori sono disponibili qui https://www.mag4.it/chi-siamo/bilanci-sociali.html.

Ammissioni e recessi nel tempo

La riclassificazione dei dati della MAG attraverso questo schema alternativo esprime come la ricchezza prodotta venga distribuita ai detentori di interesse della cooperativa. Per riclassificare il bilancio utilizziamo uno schema condiviso con le altre MAG. Trovate la riclassificazione del valore aggiunto del bilancio 2014 e 2015 delle MAG sul sito https://www.finanzaetica.net

Oltre alla redazione del bilancio sociale calcoliamo anche degli indicatori relativi a vari ambiti: la base sociale della cooperativa, i lavoratori, la raccolta, i finanziamenti, i ricavi e la rete. L’analisi degli indicatori è particolarmente interessante perché permette di analizzare l’andamento dei vari ambiti, il loro sviluppo o la loro riduzione.

In particolare per quanto riguarda la base sociale, nel 2016 abbiamo nuovamente registrato un numero di recessi sopra la media (24recessi in un anno), tendenza che va avanti dall’anno 2013.

Tipologia delle realtà finanziate

Ciò è dovuto in particolare alla necessità di liquidità di alcuni soci, che pur con dispiacere hanno dovuto ritirare il capitale sociale cIncontro nazionale Sbilanciamoci 2008he avevano depositato presso la MAG. Per quanto riguarda gli altri indicatori non si registrano particolari variazioni tra il 2015 ed il 2016. In merito ai finanziamenti però a differenza del 2015, in cui tutti i finanziamenti erano stati erogati ad associazioni, nel 2016 sono state finanziate anche due cooperative tra i 7 finanziamenti erogati nell’anno, e le cooperative restano il soggetto che influisce in modo più incisivo sul totale dei finanziamenti.

Questi ci paiono gli indicatori più significativi del 2016, in ogni caso sono tutti disponibili sul sito https://www.mag4.it/chi-siamo/bilanci-sociali.html ; vedremo tutti insieme in assemblea soci l’analisi del bilancio sociale

 

 

 

STATO PATRIMONIALE

 

Attivo

2016

2015

 

Passivo

2016

2015

 

 

 

 

 

 

 

10) Cassa e disponibilità liquide

77.441

101.377

 

10) Debiti v.so banche e enti finanziari

0

0

20) Crediti verso banche e enti finanziari

0

0

 

20) Debiti verso la clientela

1..243.625

1..288.080

30) Crediti verso la clientela

2.304.671

2.324.250

 

30) Debiti rappresentati da titoli

0

0

40) Obbligazioni e altri titoli di debito

0

0

 

40) Passività fiscali

0

6.773

50) Azioni, quote e altri titoli di capitale

63.446

63.446

 

50) Altre passività

9.288

14.901

60) Partecipazioni

0

0

 

60) Ratei e risconti passivi

13.013

12.065

70) Partecipazioni in imp. nel consolid.

0

0

 

70) Trattamento di fine rapporto

78.353

72.593

80) Immobilizzazioni immateriali

434

652

 

80) Fondi per rischi e oneri

173.581

181.775

90) Immobilizzazioni materiali

42

138

 

90) Fondo per rischi finanziari generali

0

0

100) Capitale sottoscritto e non versato

4.850

5.450

 

100) Capitale sociale

1.116.224

1.093.321

110) Azioni o quote proprie

0

0

 

110) Sovrapprezzi di emissione

0

0

120) Attività fiscali

10.662

18.648

 

120) Riserve

152.685

148.551

130) Altre attività

288.756

237.833

 

130) Riserve di rivalutazione

0

0

140) Ratei e risconti attivi

39.901

70.526

 

140) Utili (Perdite) portati a nuovo

0

0

 

 

 

 

150) Utile (Perdita) d'esercizio

3.434

4.261

 

 

 

 

 

 

 

Totale attivo

2.790.203

2.822.320

 

Totale passivo

2.790.203

2.822.320

 

 

Garanzie e impegni

2016

2015

10) Garanzie rilasciate

0

0

20) Impegni

0

0

Totale garanzie e impegni

0

0

 

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter