Meccanismo premiante libretto in CTM: sì o no?

Dal 2005 la MAG è diventata socia del consorzio Ctm Altromercato e vi ha aperto un libretto. Su tale libretto viene depositata quella parte di soldi che non vengono utilizzati per l'ordinaria amministrazione.

All'incirca ogni mese, viene prelevato dal conto in BCC di Casalgrasso e Sant'Albano Stura l'eccedenza non necessaria per l'ordinaria amministrazione e viene depositata sul libretto in CTM.

Sul libretto CTM maturano degli interessi ad un tasso che varia in base al rapporto tra capitale sociale e libretto. Inizialmente alla MAG, che aveva una partecipazione di circa 5000 euro, non interessava questo meccanismo, anzi è stato oggetto di critica durante una delle assemblee di CTM, perché sostiene l'idea del dare di più a chi ha già. Principio contrario a quanto agito da MAG4.
Dal 2010, su decisione delle cooperative del Gruppo MAG, in disaccordo con il Cda di MAG4, si è iniziato a variare il capitale sociale in Ctm in base alla giacenza media del libretto in modo da vedersi riconosciuto il maggior tasso possibile.

Il Gruppo MAG si è sciolto il 6 dicembre 2013, ma gli accordi presi con il GM rimangono validi per tutto il 2014, quindi per il 2014 si continuerà ad "usare" tale meccanismo.

Il Cda, scettico sull'eticità dell'uso di questo metodo, chiede all'assemblea dei soci di esprimersi su questo argomento: continuiamo ad usare questo metodo oppure no?
Ecco qualche numero per avere un quadro più chiaro di cosa comporti questo meccanismo: la giacenza media stimata per il 2014 è di 300 mila euro. Per un rapporto ottimale (rapporto 1/5), il capitale sociale dovrebbe essere di 60 mila euro. Questo ci garantirebbe un tasso del 4,45% e di ricavare a pieno regime, per un anno, interessi attivi pari a 13.000 euro. Mentre, non tenendo conto del rapporto tra capitale sociale e libretto, quindi avendo il capitale sociale minimo (5 mila euro), si otterrebbe il tasso minimo di 1,25% che si tradurrebbe in 3.800 euro di interessi attivi. Vista lo spessore della decisione a livello ideologico e dell'influenza che questa decisione avrà sui bilanci di MAG, si pone la necessità di un confronto assembleare.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter