Gennaio 2010

Rientri problematici

Il lavoro del settore rientri si è articolato su due linee principali: gestione dei casi e lavoro di riorganizzazione interna al fine di avere un controllo più preciso e puntuale della situazione.

Per quanto riguarda il secondo punto, i lavoratori del settore si sono occupati della creazione e impostazione di un database che attualmente permette di gestire velocemente l'elevato numero di dati in possesso della Mag. Grazie all'investimento in questo settore, poco per volta si è riusciti ad acquisire le competenze necessarie alla realizzazione del database, in modo tale da essere autonomi e da non necessitare dell'ausilio di un tecnico specifico. Inoltre, l'utilizzo di software libero e la costruzione fatta da personale interno hanno permesso un notevole risparmio economico per la struttura.

Sempre in un'ottica di riorganizzazione, ci si sta occupando di procedure, insieme all'avvocato, per permettere una ricerca più rapida dei fideiussori che non intendono pagare.

Nonostante il lavoro svolto, il problema del settore rientri continua a rimanere la scarsa presa in carico dei problemi da parte di alcuni amministratori delle realtà finanziate e da parte della maggioranza dei fideiussori. Di seguito l'aggiornamento sulla situazione dei rientri problematici gestiti dal legale e quelli gestiti internamente dalla MAG4:

Casi seguiti dal legale:
- Ass. Nawroz: debito di 10.000 €. Sta pagando un solo fideiussore mentre l'altro non ha intenzione di pagare e risulta senza beni e senza lavoro;
- coop. Il Gruppo della Rocca: debito di 31.000 €. Il grosso del debito è stato pagato dal fallimento e da alcuni fideiussori, i rimanenti che non intendono pagare sono seguiti dall'avvocato e le pratiche sono molto lunghe;
- Ass. Orchestra Filarmonica: debito 25.000 €. Si sta andando verso una soluzione con un probabile chiusura a saldo e stralcio;
- Coop. PAN: debito 25.000 €. Trovati alcuni fideiussori, si sta procedendo con pignoramento casa e quinto di stipendio;
- Coop. CST: debito 98.000 €. La cooperativa è fallita ma ha visto una sentenza con il Comune di None che dovrebbe portare alla copertura quasi completa del debito. Il rimanente verrà coperto dai fideiussori.
- Coop. COAP: debito 93.000 €. Il debito sta lentamente scendendo man mano che si prosegue l'opera contro i singoli fideiussori;
- Coop. Magia: debito 55.000 €. E' stata trovata casa di un fideiussore il cui importo copre una parte del debito. I tempi sono lunghi collegati all'asta dell'immobile;
- Coop. Edilbruzolo: debito 55.000 €. Fatica a trovare i fideiussori, iniziano ad arrivare ad alcuni dati e nel 2010 dovrebbero iniziare pignoramenti di alcune case;
- Coop. Orsa: debito 20.000 €. Non si trovano due fideiussori, l'unica trovata non intende pagare e non risulta avere né proprietà né lavoro fisso;
- Coop. Frigotecnica Vinciguerra: debito 70.000 €. I fideiussori non intendono pagare, si sta procedendo con verifiche sulle proprietà e sui lavori;
- Coop. Opera: debito 155.000 €. Alcuni fideiussori hanno fatto ricorso perché non intendono pagare, il giudice ha dato la provvisoria esecutività al decreto dando quindi ragione alla MAG, si procede con il processo;
- Coop. Eco l'idea: debito 77.000 €. Alcuni fideiussori pagano regolarmente il proprio debito mentre si sta procedendo;
- Coop. Leukos: debito 32.000 €. I fideiussori non intendono pagare, si sta procedendo con verifiche sulle proprietà e sui lavori;
- Coop. Due Valli International: debito 90.000 €. Appena passata al legale. La cooperativa è attiva e sta cercando di vendere il capannone, il marchio e il magazzino. Il fideiussore principale è la Cooperativa Le Due Valli non più in attività;
- Coop.  Europhil: debito 9.000 €. Nel 2009 i fideiussori hanno pagato abbastanza regolarmente;
- Coop. Integrity: debito 7.000 €. Nel 2009 i fideiussori hanno pagato abbastanza regolarmente;
- Coop. La Nuova Frontiera – Tenuta Cristian: debito 41.000 € di finanziamento e 6.600 € di fatture consulenze. Appena ripassata al legale dopo varie promesse di pagamento non mantenute.

Alcuni casi gestiti direttamente da MAG 4:
- Coop. La Vigna: debito 29.700 €. Hanno grosse difficoltà nella vendita del vino che producono. Attualmente la Caffetteria Algomas della Cascina Roccafranca gestita da una socia della MAG sta vendendo il loro vino girando direttamente il ricavato della vendita a riduzione del debito;
- Coop. Fraternità Nibai: debito 21.500 €. E' in liquidazione, si sta proseguendo con il Consorzio Nibai, fideiussore;
- Coop. Le Due Valli: debito 95.000 €. Il fideiussore principale che si è accollato il debito complessivo ha pagato parte di quanto promesso. Dopo molti solleciti è stata passata la pratica al legale a fine 2009.

 

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter