Agosto 2011

Quali garanzie chiede MAG4 e perché

Il manifesto della finanza etica afferma che l'accesso al credito è da ritenere un diritto umano, e, di conseguenza, che non devono esserci discriminazioni tra i destinatari dei finanziamenti sulla base del sesso, dell'etnia o della religione e neanche sulla base del patrimonio: ne deriva che i soggetti aderenti alla finanza etica, e quindi le MAG, hanno trovato altri modi, rispetto alle garanzie reali chieste dalle banche (case, terreni, beni su cui apporre una garanzia), per prevenire il rischio della mancata restituzione delle somme affidate al soggetto finanziato.

 

altLe garanzie richieste dalla MAG4 sono garanzie fiduciarie o personali, vale a dire: non viene considerato il patrimonio della persona che firma la garanzia, ma viene invece valutata la fiducia che i soggetti firmatari hanno nel progetto da finanziare: se attorno al progetto da finanziare si raccoglie un numero significativo di persone che, pur non avendo garanzie reali da offrire, si impegna, nel caso in cui il progetto finanziato non riesca a far fronte al proprio debito, a restituire a titolo personale la somma ricevuta fino alla completa estinzione del debito, allora la MAG accetterà queste garanzie, senza controllare il patrimonio delle persone.

Il fatto stesso che più persone si assumano la responsabilità di sostenere un progetto e di firmare una garanzia rende il progetto degno di fiducia da parte della MAG: se nessuno se ne assumesse la responsabilità, come potrebbe la MAG ritenerlo valido e decidere di finanziarlo?

Ciò prevede assoluta trasparenza e consapevolezza da parte di chi si appresta a firmare la garanzia (cioè il fideiussore): per ovviare a eventuali situazioni spiacevoli, la procedura prevede che avvenga un contatto diretto (tramite telefono o incontro vero e proprio) tra la MAG e il futuro garante, che in questa maniera non potrà essere all'oscuro del significato di ciò che si appresta a firmare.

Per la MAG4, inoltre, la somma delle garanzie prestate deve essere pari al 150% del finanziamento concesso (per garantirsi verso eventuali garanti fuggitivi) e nessun fideiussore può garantire per una cifra superiore ai 15.000 euro e relativi interessi, cifra pensata come restituibile da una persona media in un arco di tempo ragionevole: un importo superiore vorrebbe dire rovinare la qualità della vita, o minarla fortemente.

Queste le scelte della MAG4 per garantirsi dal rischio della mancata restituzione di un finanziamento. Ovviamente il meccanismo prevede che anche i fideiussori, nei casi in cui ci si deve rivolgere ad essi, siano trasparenti nei confronti della MAG e si assumano le loro responsabilità: capita troppo spesso di trovare fideiussori che, nel momento in cui devono onorare la loro garanzia, non sanno cosa stia capitando al progetto per cui hanno firmato; la funzione dei garanti, però, dovrebbe essere proprio quella di seguire il progetto, di sostenerlo, aiutarlo e di attuare un controllo interno al progetto stesso: se non per affinità elettiva, almeno perché altrimenti si viene toccati nel portafoglio.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter