librone dell'oracolo - cambiamenti stili di vita

G.A.P.

I GAP (gruppi di acquisto popolare), nati sul pane a Roma si ispirano al lavoro fatto dai GAS (gruppo di acquisto solidale) in questi decenni, sono reti di cittadini che si uniscono e decidono l'acquisto collettivo solitamente di generi alimentari.
Il tutto è regolato per legge, ogni GAP non fa vendita e non fa nessun lucro, ma contratta il prezzo direttamente con i produttori e poi crea una rete di distribuzione alternativa a quella delle grandi catene.
Ciò che ha spinto la nascita dei GAP (oramai presenti su tutto il territorio nazionale) è la necessità sempre più impellente di combattere il carovita: molti GAP hanno iniziato la loro attività con il pane a prezzo calmierato (1 euro al kg), per poi estendersi anche ad altri prodotti.


Perchè partire dal pane? Innanzitutto per l'alto valore simbolico di questo alimento essenziale, poi per combattere la bolla speculativa attorno al grano e derivati; per chi non lo sapesse, il grano è quotato in borsa e da qui nascono le speculazioni su un elemento vitale per l' uomo che ogni governo dovrebbe invece garantire a prezzo calmierato e popolare.
I Gruppi d' Acquisto mirano proprio a raggiungere tale scopo, dimostrare che può esistere un commercio a prezzo stabilito tra le parti (produttore e consumatore), un commercio in cui chi produce e chi consuma ha un rapporto diretto e di fiducia.

 

 

RIFERIMENTI

www.retegap.org

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter