Poste non può chiudere gli sportelli (e le azioni vanno in Kuwait)

Il governo verso l'uscita da Poste Italiane, ma intanto il Tar della Toscana dà ragione ai Comuni, una settantina, che hanno fatto ricorso contro la riduzione degli uffici. Tra due settimane la società (quotata in Borsa dall'autunno del 2015) distribuirà 444 milioni di dividendi; oltre 9 andranno al Kuwait Investment Office, che detiene il 2 per cento delle azioni: è il fondo di un Paese poco rispettoso dei diritti umani, secondo Amnesty International ...

Leggi tutto ...

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter