La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Al mercato delle armi

I signori del Male. Il commercio degli armamenti muove, sul piano globale, interessi enormi di tipo economico e politico. Un mondo complesso in cui, nonostante i limiti imposti dalle legislazioni degli stati, mancano controlli a livello internazionale. E in cui gli accordi sottobanco e la corruzione prosperano facilmente ...

Leggi tutto ...

USA, il fallimento di Stockton

La città di Stockton, in California, è diventata questa settimana il più grande centro urbano nella storia degli Stati Uniti a dichiarare bancarotta. La sorte della località situata nella Central Valley californiana, 130 chilometri a est di San Francisco, smentisce clamorosamente le pretese del presidente Obama di un’economia americana in ripresa e minaccia di diventare un pericoloso modello per numerose altre municipalità in affanno ...

Leggi tutto ...

La ragnatela della Cassa

Il “sovrano sconosciuto” è uscito allo scoperto. Ormai non passa giorno senza che il nome di Cassa depositi e prestiti (Cdp) torni -come un tormentone- sulle pagine economiche dei quotidiani; e non c’è operazione di fusione o di acquisizione cui non venga affiancato il nome della Cassa o uno dei suoi “tentacoli”. Nelle ultime settimane, solo per fare alcuni esempi, ci sono stati i casi Snam, Avio (gruppo Finmeccanica), Metroweb, Sea ...

Leggi tutto ...

GEAB 66 - Sommario - Crisi sistemica globale/Allarme rosso - Settembre/Ottobre 2012: quando le trombe di Gerico suoneranno sette volte per il mondo di prima della crisi

LEAP/E2020 non ha mai visto, dal 2006 (l’inizio del suo lavoro sulla crisi sistemica globale), la convergenza cronologica di una tale serie di fattori così esplosivi e fondamentali (economia, finanza, geopolitica ...). Conseguentemente, nel nostro modesto tentativo di pubblicare una periodica "previsione metereologica” sulla crisi, dobbiamo dare ai nostri lettori un "allarme rosso" ...

Leggi tutto ...

Debito pubblico, la tempesta perfetta si avvicina

Esiste ormai un evidente pericolo di contagio per l’economia italiana, che sta per subire -anzi in parte già subisce- una recrudescenza della crisi, dopo la parziale tregua conosciuta per pochi mesi. La recente vicenda spagnola ha dimostrato che neppure l’annuncio di un sostegno di 100 miliardi di euro alle banche di quel Paese è stato sufficiente per spegnere l’“incendio”, perché i tempi della crisi sono ben più rapidi degli annunci ...

Leggi tutto ...

Grecia: sconfitta l'alternativa

I greci hanno votato e il particolare meccanismo della legge elettorale di quel paese permette ora il ritorno al potere di quegli stessi partiti –Nuova Democrazia e Pasok- che hanno contribuito a trascinare la nazione nel baratro, mentre Syriza, che presentava l’unica speranza di cambiamento, viene sconfitta di misura. La paura ha vinto sulla speranza, come ha subito dichiarato lo stesso leader della sinistra radicale ...

Leggi tutto ...

Stop al finanziamento dei produttori di cluster bombs

E’ stata lanciata oggi a Berlino e contemporaneamente in altre capitali mondiali la ricerca “Worldwide Investments in Cluster Munitions, a shared responsibility”. Realizzata da IKV Pax Christi and FairFin, entrambi membri della Cluster Munition Coalition (CMC), la ricerca dimostra che dal 2009 banche ed altre istituzioni finanziarie di 16 Paesi hanno investito più di 43 miliardi di dollari in compagnie che producono cluster bombs ...

Leggi tutto ...

Il caso spagnolo

La Spagna è in recessione e le ultime stime sul Pil del 2012 parlano di una sua diminuzione dell’1,8%. Le prospettive appaiono peraltro peggiori di quanto mostri tale andamento, in particolare per il grande livello del debito privato, per la profonda crisi del sistema bancario e per il fatto che i mercati finanziari sono ormai sostanzialmente chiusi per il paese. Un indice più affidabile delle difficoltà è rappresentato dal livello di disoccupazione, che ha ormai raggiunto il 24% della forza lavoro ...

Leggi tutto ...

Il megasostegno dell’Ue alle banche: 4500 miliardi di aiuti di Stato in 3 anni

“Tra il 2008 e il 2011 la Commissione europea ha approvato aiuti di Stato a favore delle banche per 4.500 miliardi di euro”. A rendere pubblica questa cifra impressionante è stato il Commissario Ue al Mercato interno Michel Barnier alla presentazione della proposta della Commissione di prevenzione e gestione delle crisi bancarie. Una montagna di soldi che equivale al 37% del Pil dell’intera Unione europea. E dopo tre anni di aiuti a pioggia la crisi bancaria è tutt’altro che risolta ...

Leggi tutto ...

Cina e Giappone fanno a meno del dollaro

Nel frattempo – e qui veniamo alla grande novità su scala globale – la Cina stringe con il Giappone uno di quei patti destinati a cambiare il volto del commercio internazionale. Da venerdì 1 giugno, i due Paesi cominceranno infatti a scambiarsi beni e servizi direttamente in yuan (cinesi) e yen (giapponesi). Il che significa, senza passare dal dollaro. Per il Dragone, è l’ennesima tappa di una “lunga marcia” verso l’emancipazione dalla valuta Usa ...

Leggi tutto ...