La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Ministro Di Paola, mi faccia capire

Siamo all'immediata vigilia dell'approvazione del DDL governativo di iniziativa del Ministro Di Paola che dovrebbe riordinare lo "strumento militare": è in discussione oggi alla Camera e presenta una lunga serie di problematicità sottolineate sia dal mondo pacifista che da analisi indipendenti oltre che dagli stessi rappresentanti dei dipendenti delle Forze Armate. In questo momento sorgono diversi interrogativi sia sull'opportunità che nel merito del provvedimento ...

Leggi tutto ...

Se Iren è diventata un bancomat

Quotata in Borsa, la multi-utility è stata utilizzata dai Comuni di Torino e Genova per estrarre liquidità, sfruttando la Finanziaria Sviluppo Utilities (FSU) srl, attraverso la quale i due enti detengono la propria partecipazione. Lo spiega un dossier (in allegato) del Comitato acqua pubblica Torino, anticipato da Altreconomia di dicembre, presentato alla stampa a Torino venerdì 7 dicembre ...

Leggi tutto ...

Banche italiane al capolinea [2]

Gli istituti di credito del nostro Paese erogano meno prestiti. Senz'altro, è minore il numero delle imprese che chiedono denaro, ma la situazione è frutto dei problemi dei portafogli-crediti delle banche stesse, sempre più ricchi di "sofferenze" secondo la Banca d'Italia. La ripresa non arriva e molti indicatori economici continuano a registrare tempo molto perturbato. Un dato però appare particolarmente pesante ...

Leggi tutto ...

Crisi occidentale, crisi europea, crisi italiana: facciamo il punto - Parte 3 di 3

Passiamo ora alla crisi italiana. I problemi del nostro paese sono molto antecedenti alle difficoltà  recenti dell’Occidente e dell’Europa: noi non cresciamo da più di quindici anni, non cresce il pil, non crescono gli investimenti, diminuiscono le spese per la ricerca e dell’istruzione e quindi abbiamo problemi peggiori di quelli della media dei paesi europei. Aggiungiamo a questo  la situazione del debito pubblico , che ha raggiunto di recente il livello del 126% sul pil ...

Leggi tutto ...

Se passa la riforma delle Forze Armate i soldi andranno agli armamenti

La presa di posizione della Rete italiana per il Disarmo: questa riforma è troppo affrettata e il Parlamento pensi bene prima di dare ai generali troppi soldi per le armi. Il disegno di Legge presentato dal Ministro-Ammiraglio Di Paola è in discussione in Parlamento da tempo, e ha concluso il suo iter al Senato dopo alcune accese discussioni e modifiche intervenute dietro concessioni reciproche di vari gruppi interni alla maggioranza ...

Leggi tutto ...

Crisi occidentale, crisi europea, crisi italiana: facciamo il punto - Parte 2 di 3

La crisi europea è, ad un primo livello di lettura, nata dalla crisi  anglosassone. Ad un certo punto le banche statunitensi sono riuscite a scaricare una parte consistente dei loro prodotti finanziari spazzatura sulle banche europee. Nel frattempo, peraltro, molti istituti del continente stavano già male per conto loro, per una loro cattiva politica creditizia. A questo punto intervengono i governi, cosa che avevano fatto anche negli Stati Uniti, per salvare la baracca ...

Leggi tutto ...

GEAB 69 - Sommario - Katrina-Sandy: Da un uragano all’altro, la fine dell'America per come la conoscevamo

In quest’Autunno del 2012 è infine arrivato quel grande shock per l'economia e la stabilità politica mondiale, che avevamo anticipato già da parecchi mesi, sotto la simbolica forma di un avvenimento che sarà ricordato a lungo: l’uragano Sandy. Secondo la metodologia dell’anticipazione politica, su cui basiamo le nostre analisi, crediamo che Sandy possegga due caratteristiche ...

Leggi tutto ...

Crisi occidentale, crisi europea, crisi italiana: facciamo il punto - Parte 1 di 3

Cercherò in queste note di parlare insieme della  crisi generale del mondo occidentale, della crisi europea e dell’euro, della crisi italiana; del resto le tre crisi  appaiono tra di loro intrecciate ed hanno tra l’altro in comune il fatto che si ostinano a non passare. Cercherò  di fare il punto sulla situazione ad oggi e sulle prospettive che abbiamo davanti. Cominciamo con il primo tema. Quella che è partita nel 2007-2008 non è una crisi globale, come da molte parti si dice ...

Leggi tutto ...

Rating alla sbarra: danni all’Italia per 120 miliardi di euro

Un danno all’Italia stimato in 120 miliardi di euro, generato da analisti finanziari incompetenti e notizie manipolate «a orologeria». Sotto accusa il gotha della finanza internazionale. La Procura di Trani, guidata da Carlo Maria Capristo, ha chiesto il rinvio a giudizio per i vertici di due agenzie di rating, “Standard & Poor’s” e “Fitch”. Insufficienza di prove, invece, a carico di “Moody’s”, terza indagata ...

Leggi tutto ...

Tav, in Francia la Corte dei conti boccia il progetto: “Costi alti e ricavi a rischio”

I costi sono aumentati troppo, da 12 a 26 miliardi di euro, e il flusso delle merci è diminuito. Sono alcune delle critiche al progetto dell’Alta velocità Torino-Lione espresse dalla Corte dei Conti francese. Ieri i magistrati contabili di Parigi hanno pubblicato il parere, fornito al primo ministro Jean-Marc Ayrault a inizio agosto, in cui vengono elencati i dubbi sul progetto. Si tratta di un documento importante in vista del vertice sul Tav tra Mario Monti e François Hollande a Lione il prossimo 3 dicembre ...

Leggi tutto ...