La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Chiudiamo l’Ocse

Moltissimi sanno genericamente dell’esistenza dell’Ocse, Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, ma pochi sanno forse veramente cosa essa faccia in concreto. Possiamo dire, in forma molto sintetica, che il suddetto organismo, creato dopo la seconda guerra mondiale e riformato sostanzialmente  nel 1961,  ha in pratica  un ruolo essenzialmente consultivo sul fronte del coordinamento delle politiche economiche dei vari stati membri, che raggiungono oggi il numero di 34 ...

Leggi tutto ...

La forza di gravità - Sistema economico stato e famiglia

Un bell’articolo dal blog Sovereignman, intitolato "Fare la fine dei Jones", paragona i conti della famiglia Jones a quelli di uno stato, con la (ovvia) conclusione che quando le entrate sono minori delle uscite si fa bancarotta. Per lo Stato vale la stessa regola che vale a casa Jones, di facile conclusione, anche senza perdersi nel ripetere l’esempio numerico ...

Leggi tutto ...

“Barili di carta”: le materie prime in balia del casinò

Le recenti fluttuazioni dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali non sono giustificate dalle dinamiche produzione-consumo. Piuttosto, sono il risultato delle scommesse che la finanza effettua sui mercati a futuro. A partire dalla seconda metà degli anni Duemila, i prezzi delle materie prime sui mercati internazionali hanno registrato delle fluttuazioni sorprendenti, interrompendo una lunga fase di stabilità e moderazione che durava da oltre due decenni ...

Leggi tutto ...

GEAB 73 - Sommario - Crisi sistemica globale 2013: L'enorme nebbia della statistica rende necessario il passaggio dagli strumenti alla navigazione a vista

Nelle tendenze Up & Down pubblicate nel GEAB di gennaio, il nostro team aveva posto gli "Indicatori economici" nella sezione Down con la seguente argomentazione: «Fra gli indicatori economici a breve termine che descrivono solamente ciò che si è verificato nel corso della settimana, quelli che sono manipolati dai governi per riflettere il messaggio che essi vogliono dare e, infine, quelli che non hanno ormai più alcuna rilevanza nel mondo di oggi, la realtà economica che da queste cifre ne risulta ...

Leggi tutto ...

La minaccia cipriota

«Siamo in una situazione di estrema emergenza come non accadeva dall’invasione turca del 1974», ha detto il presidente della Repubblica di Cipro, Nikos Anastasiadis, in vista del voto del parlamento di Nicosia sulla proposta di salvataggio europeo. La proposta prevede un prelievo forzoso sui conti correnti dell’isola. Cipro «terrozizza i mercati», «affonda le borse» e «fa volare lo spread» mentre nel piccolo paese, ricco anche grazie ai depositi milionari di alcune famiglie russe, c’è la corsa ai bancomat ...

Leggi tutto ...

Vendesi missili, offresi radar

Il 26 marzo comincia in Sudafrica il vertice dei Brics: Brasile, Russia, India, Cina e Sudarfrica. Darà vita alla prima Banca dei paesi «in via di sviluppo» riuniti nell’accordo multilaterale. Con l’economia, si rafforzano, naturalmente, anche gli accordi di cooperazione militare. Il Brasile, in particolare, scommette sulla diversificazione delle alleanze e aumenta la spesa militare. Tra i partner privilegiati, spicca la Russia di Putin ...

Leggi tutto ...

Il lungo secolo del malaffare

Politica, economia e corruzione si intrecciano in un perverso ritorno di cicli ventennali. Dalla lettura del passato ci attende un altro passaggio difficile in cui verranno modificati i rapporti di forza politici. L’Italia attraversa negli ultimi mesi un periodo di forte discontinuità non solo per la fase più strettamente politica ma anche dal punto di vista economico e istituzionale. I tre ambiti sono interconnessi e ancor di più risentono nel loro insieme della congiuntura e del sentiment internazionale ...

Leggi tutto ...

Il Sequester come questione geopolitica

Solitamente, ed è la stessa Stratfor a spiegarlo, la società privata statunitense di intelligence non si occupa di questioni interne. L’entrata in vigore da ieri dei tagli lineari al bilancio Usa per il mancato accordo sulla riduzione del deficit ha tuttavia “un significato geopolitico”. Metà degli 85 miliardi per l’anno fiscale in corso e dei 1.200 miliardi nei prossimi dieci anni saranno tagliati dal budget della difesa ...

Leggi tutto ...

Usa, scattano i tagli alla spesa federale

Obama non ce l'ha fatta: non è stato raggiunto alcun accordo con i repubblicani e i tagli automatici alla spesa statunitense sono entrati in vigore (a mezzanotte ora americana, all'alba di sabato in Italia). Il presidente ha provato a tranquillizzare il Paese: anche se il «sequester» - il taglio automatico di 85 miliardi di dollari alla spesa federale - non causerà un'altra crisi finanziaria, si farà sentire sull'economia americana ...

Leggi tutto ...

Le banche alimentari in Gran Bretagna

I paesi ricchi sembrano per molti aspetti destinati a trovarsi in sempre maggiori difficoltà non solo economiche, ma anche “strategiche”, sia per lo svilupparsi di rilevanti contraddizioni al loro interno. Difficoltà che le attuali classi dirigenti non sembrano riuscire a gestire al meglio, incapaci di fronteggiare l’incalzare crescente dei paesi emergenti, con la loro grande spinta volta a migliorare le loro condizioni di vita ...

Leggi tutto ...