La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

Il denaro che brucia il pianeta

Ogni giorno il sistema bancario si sveglia, pensa ai governi che lo hanno salvato e strizza l’occhio alle industrie del fossile. Per questo una delle chiavi per interrompere il flusso di carbonio nell’atmosfera è interrompere o almeno ridurre il flusso di denaro verso carbone, petrolio e gas. Ecco, quando pensiamo ai nostri risparmi o ad aprire un conto per accreditare lo stipendio (i più fortunati) dovremmo pensare anche a questo. Fridays for fortune ogni giorno ...

Leggi tutto ...

Le complicate prospettive delle banche europee

L’Unione bancaria europea è rimasta a metà, e le banche continentali soffrono in competizione con i giganti americani e cinesi. Le criticità riguardano la ricapitalizzazione imposta dal 2021 ma anche la sfida di lungo periodo del fintech e dell’intelligenza artificiale. E non solo. Da diversi anni, più o meno a partire dalla crisi del 2008, le banche, in particolare quelle più grandi ed europee, si trovano di fronte a problemi crescenti e, almeno alcuni, di difficile soluzione ...

Leggi tutto ...

La rinegoziazione CDP - Comune peggiora il futuro del debito di Torino

Dalle pagine Facebook della Sindaca Appendino e dell’on. Laura Castelli arrivano annunci entusiastici della loro ultima prodezza: la rinegoziazione di 295 mutui che la Città ha sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti, corrispondenti ad un debito residuo di 539.682.782 Euro. Appendino e Castelli dicono che lo hanno fatto “nell’interesse dei cittadini”, che la decisione porterà loro “grandi benefici” e permetterà di “ottenere servizi di maggiore qualità” ...

Leggi tutto ...

Le diverse sfumature del verde

Oltre trenta tra banche centrali e autorità di regolamentazione hanno unito le proprie forze nel nuovo “Network for Greening and Financial System”. Insomma, c’è il verde del dollaro e il verde dell’ambiente: non si tratta naturalmente di salvare il pianeta, ma di salvare il capitalismo facendo finta di salvare il pianeta. Non poteva essere più chiaro il quotidiano della Confindustria (Il Sole 24ore, 21 settembre) ...

Leggi tutto ...

Sanità perduta, per scelta: in 10 anni tagliati 37 miliardi di euro

Il definanziamento del Servizio sanitario nazionale in Italia è divenuto una costante dal 2010, non dipendente solo da fattori legati alla crisi economica: circa 25 miliardi tra il 2010 e il 2015, oltre 12 miliardi nel 2015-2019. Negli ultimi dieci anni i governi che hanno guidato l’Italia si sono distinti per aver indebolito il Servizio sanitario nazionale (SSN) tagliando i finanziamenti destinati al Fondo sanitario nazionale (FSN) ...

Leggi tutto ...

L’oscura lobby del gas

La narrazione delle aziende del settore, e di una parte del mondo istituzionale, fedele sponsor dei giganti dell’estrazione e produzione di petrolio e gas, è che proprio il gas avrà un ruolo centrale nella transizione verso un’economia a ridotte emissioni di CO2. Si tratta di una narrazione viziata dal fatto che è stata costruita, con pazienza e in modo meticoloso, dagli attori che nel gas hanno interessi per miliardi di euro. Tre miliardi di euro, spesi nel 2018, e oltre 50 lobbysti a Bruxelles ...

Leggi tutto ...

India tra fame e sete

I Ghats occidentali ci hanno dato le spezie. E l’Himalaya ci ha dato amaranto, grano saraceno e una grande varietà di altre colture nutrienti. Oggi l’India sta affrontando un’emergenza idrica e un’emergenza nutrizionale. Le due emergenze sono interconnesse. Le origini dell’emergenza che viviamo oggi risalgono a 40-50 anni fa con i «consigli» della Banca Mondiale e con la cosiddetta «rivoluzione verde», che ha distrutto le nostre risorse d’acqua, il nostro suolo, la nostra biodiversità ...

Leggi tutto ...

I poteri salvifici del Ceta

Fa sempre un po’ impressione ascoltare l’energia con la quale i ministri per l’Agricoltura e il Commercio Internazionale degli ultimi governi – eccezion fatta per Luigi Di Maio e Gian Marco Centinaio – collocano la ratifica da parte del Parlamento italiano del trattato di libero scambio tra Europa e Canada, il Ceta, tra gli impegni dei propri primi 100 giorni di lavoro. La neoministra italiana Teresa Bellanova, infatti, parlando in radio, alla carta stampata e ovunque possibile ...

Leggi tutto ...

Deforestazione e fonti fossili. Gli investimenti insostenibili del colosso BlackRock

“Mentre l’Amazzonia brucia, BlackRock sta facendo profitti sulla distruzione ambientale e il caos climatico”. La denuncia di Friends of the Earth USA, Amazon Watch e Profundo, le tre realtà che nell’agosto 2019 hanno pubblicato il report che rivela come il più grande investitore istituzionale del mondo (6.500 miliardi di dollari gestiti) sia profondamente “coinvolto” in settori problematici. Il rapporto “BlackRock’s Big Deforestation Problem” analizza le sue partecipazioni tra il 2014 e il 2018 ...

Leggi tutto ...

Il marcio del marketing etico

Si può utilizzare l’etica per fare del marketing? A parole sì, soprattutto se si è del tutto privi di vergogna e si ha un gran bisogno di rifarsi l’immagine. È quel che è accaduto alla Tavola Rotonda del business, dove 180 capitani d’impresa hanno firmato una carta “etica” e per far sapere in giro che non si preoccuperanno più solo di fare stratosferici profitti con qualsiasi mezzo lecito e illecito. Illecito sì, per usare un eufemismo, perché i colossi che hanno firmato la carta etica ...

Leggi tutto ...