La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Per ricevere le notizie via email iscriviti a FabioNews selezionando la lista "Mio e Nostro - Economia".

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

2010: export bellico in crisi, ma le consegne di armi crescono

Crollano le autorizzazioni all'export delle armi italiane, ma aumentano le forniture reali e le vendite verso paesi problematici. Compresa la Libia ...

Leggi tutto ...

 

Crollano le autorizzazioni all'export delle armi italiane, ma aumentano le forniture reali e le vendite verso paesi problematici. Compresa la Libia

GEAB 53 - Parte 2/3 - Tre eventi al centro del processo di crisi dei mercati del debito pubblico degli Stati Uniti

Come accennato in precedenza, al di là della crisi giapponese e araba, il processo di crisi del mercato del debito del governo degli Stati Uniti nella seconda metà del 2011 si sta accelerando per effetto di quattro altri eventi ...

Leggi tutto ...

L’inganno del libero mercato

La soluzione trovata a questa impasse è l’esautorazione della politica dalle decisioni economiche, e l’Europa vi è riuscita così bene che Bernanke, governatore della Fed, la indica come la futura strada maestra ...

Leggi tutto ...

Ligresti, Unicredit salva se stessa

Per alcuni soggetti, ad esempio Unicredit, salvare Ligresti significa salvare sé stessi e i proprio bilanci (perché svalutare i proprio crediti, o dichiararli inesigibili, alle banche non piace) ...

Leggi tutto ...

Le borse matrioska preparano il grande botto

Il paradosso (assai rischioso) continua: la borsa che si quota in borsa e poi si fonde con un’altra borsa è l’emblema del distacco della finanza dall’economia, ancora più di quanto lo siano gli strumenti derivati ...

Leggi tutto ...

GEAB 53 - Parte 1/3 - Crollo del mercato statunitense dei Treasury Bonds

In questo numero, possiamo anticipare che lo shock improvviso attraversato dall'economia giapponese, porterà non solo al fermo degli acquisti dei T-Bonds USA da parte del Giappone, ma costringerà le autorità di Tokyo ad ingenti vendite ...

Leggi tutto ...

Se il vincitore prende (quasi) tutto

Gli Stati uniti navigano in un oceano di disuguaglianze: negli ultimi trent’anni le iniquità distributive del reddito e della ricchezza sono in costante aumento e hanno ormai raggiunto livelli preoccupanti ...

Leggi tutto ...

Le banche che finanziano il nucleare

Banche private, ma anche agenzie di credito all’export, ovvero enti statali con a disposizione budget di diversi miliardi di euro. Costruire centrali nucleari, come risaputo, comporta dei costi molto elevati ...

Leggi tutto ...

Rivolte da 200 dollari al barile

Se la situazione degenerasse e la ribellione si trasformasse in vera e propria rivoluzione, il prezzo del petrolio arriverebbe a toccare delle vette che finora gli economisti non avevano ipotizzato nemmeno nei loro incubi più neri. Per questo i trader di tutto il mondo hanno iniziato una speculazione a rotta di collo sui futures del petrolio ...

Leggi tutto ...

Usa, nostalgia del gold standard

Ma a nessuno sfugge la portata politica di questa novità: un primo passo verso il ritorno al 'gold standard' abbandonato dagli Stati Uniti nel 1971 (e prima ancora nel 1933) ma, soprattutto, verso la fine del monopolio monetario della banca centrale Usa, la Fed ...

Leggi tutto ...