contributi dai soci

Lettera a Cota

Me car Bertu dame da ment
fè el TAV  a serv nen a la gent
a serv-rà, sicur, ai mafiùs e ai lor amis
ma nen a chi a travaia onestament sensa pastis.

Cori da mat da Turin a Lion
a farà piasì a quaic plandron
ma chi a l’ha la testa ‘n po’ ardrissà
a s’enventa nen de endé da sì e da là
a j pensa bin a come spendi col poc ca j è
a lu sgaira pà con promese da cicolatè.

Leggi tutto...

Discriminazioni bancarie

In una recente indagine realizzata dall’ABI in collaborazione con il CeSPI, Chiara Provasoli, dell’ufficio Responsabilità sociale di impresa” (non è una battuta…) dell’ABI parla con toni trionfalistici della relazione tra banche e migranti in Italia, usando espressioni come “processo di inclusione finanziaria della popolazione migrante all’interno del sistema bancario nazionale” e “avvicinamento del migrante alla banca”. Dopodiché conclude celebrando il fatto che “il 54% dei migranti intervistati ha attivato un finanziamento con una banca” e che “i risultati dell’indagine indicano un processo di entrata in banca che vede ora il sistema bancario stesso, e la sua capacità di offerta, come un importantissimo motore della bancarizzazione”.

Leggi tutto...

La santa alleanza fra banche ed evasori

Il ministro Tremonti non sta più nella pelle per il risultato dello scudo fiscale 2009 (95 miliardi di euro!) e, preso dall’entusiasmo, lo proroga fino ad aprile 2010.

Scudo: “strumento di difesa imbracciato per difendersi attivamente dai colpi degli avversari”. Cioè, il Governo con appositi decreti (D.L. 78/2009 e D.L. 103/2009) ed il Parlamento con apposite leggi (Legge 102 del 3 agosto 2009 e Legge 141 del 3 ottobre 2009) difendono attivamente gli evasori fiscali dai loro avversari (probabilmente i cittadini onesti che le tasse le pagano).

 

Leggi tutto...

Tra "violenti" e banche armate

Sabato 4 luglio ho partecipato alla manifestazione organizzata a Vicenza dal Presidio No Dal Molin per opporsi all'ampliamento dell'aeroporto militare statunitense volto a realizzare una nuova installazione militare per riunificare la 173° Brigata Aerotrasportata e trasformarla nella più potente unità da combattimento schierata all’esterno dei confini nordamericani (come si vede, encomiabile progetto pacifista).

Così, il giorno dopo, leggendo i quotidiani, ho scoperto di essere, a seconda delle varie versioni, un "facinoroso", un "autonomo" (??), un "violento", un "sedicente pacifista", e via improvvisando...

In effetti, ripensandoci, solo dopo ho capito che la vecchietta vicentina che nel corteo mi era davanti doveva essere una nota terrorista e che il bambino di 3-4 anni sulle spalle del papà che ho fotografato, fra una pappa e l'altra stava probabilmente tramando chissà quali disegni eversivi.

 

Leggi tutto...

Lettera al Vescovo di Firenze in favore di Don Santoro

Diocesi di Firenze
Alla c.a. di Sua Eminenza Mons. Giuseppe Betori

Moncucco T.se, 10.11.2009

Eminenza,
mi permetto di richiamare il Suo tempo e la Sua attenzione su una vicenda che so essere in questi giorni piuttosto controversa all’interno della Sua Diocesi.

Leggi tutto...

Di commissione in commissione...

Ancora una volta, in un momento così difficile, le banche non si fanno scappare l'occasione per dare l'ennesima prova di responsabilità sociale.

Il D.L. 29.11.2008 n.185, infatti, (convertito in legge il 28.1.2009) prevede "misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e imprese" e, in particolare, all'art.2, stabilisce di fatto la nullità, nella gran parte dei casi, delle clausole che prevedono la famigerata Commissione di Massimo Scoperto.

Sarebbe il minimo, visto che la C.M.S. è un balzello aggiuntivo privo di qualsiasi giustificazione.

Ma a Profumo & C. non sembra vero di poter sostenere famiglie, lavoro, occupazione e imprese, per cui non si limitano semplicemente a revocare la commissione in questione, ma vogliono strafare e danno libero sfogo alla loro incontenibile fantasia.

Leggi tutto...

Quanta bella gente il 17 ottobre

“Il locale giusto per bella gente”. E’ lo slogan di un famosissimo locale di Milano. Chiamiamolo “Cinecittà”.  Quante persone potrà contenere? 100? 1.000? Sicuramente tutte bellissime. Io, però, di bella gente ne ho incontrata molta di più, e tutta in una volta. 200.000 persone. D-U-E-C-E-N-T-O-M-I-L-A! Tutta bella, splendida gente. Succede a Roma il 17 ottobre, alla Manifestazione Nazionale Antirazzista. Gente di tutti i tipi: diverso il colore, diversa la provenienza, diverse la lingua, l’abbigliamento, le bandiere… Del resto, a differenza che al Cinecittà, qui non ci sono PR né selezione all’ingresso.  E così entra  davvero chiunque. Mah! Eppure, a ben guardare, in fondo i personaggi che si vedono in giro non sono poi così diversi da quelli della discoteca milanese (almeno credo; ebbene sì, lo confesso, io al Cinecittà non ci sono mai stato!).

Leggi tutto...