La finanza etica a sostegno dell'educazione

La MAG4 finanzia la cooperativa sociale La quercia e l'associazione Opificio musicale.

Nel febbraio 2013 la cooperativa MAG4 Piemonte ha finanziato due realtà che si occupano di educazione: la cooperativa sociale La quercia e l'associazione Opificio musicale. La MAG4 ha scelto di finanziarle per gli obiettivi che esse si pongono, permettendo da un lato la gestione di servizi educativi nel territorio pinerolese e dall'altra l'avviamento di una nuova realtà che promuove l'educazione musicale nel territorio delle valli alpine.

cooperativa sociale La querciaLa cooperativa sociale La quercia, con sede a Campiglione Fenile in provincia di Torino, è nata nel 2010 con l'intento di progettare e dare vita ad attività che possano essere a servizio della collettività. In particolare eroga assistenza educativa e ricreativa con attenzione ai servizi a favore di persone portatrici di disagio psichico neurologico e/o sociale, minori, diversamente abili attraverso la gestione di servizi quali l'assistenza all'handicap nelle scuole, il pre e post-scuola, l'estate ragazzi, l'educativa territoriale, gli asili nido, i nidi in famiglia. Il finanziamento di 20.000 euro erogato dalla MAG4 permette alla cooperativa di proseguire il suo cammino nonostante i ritardi di pagamento da parte degli enti pubblici, con l'avvio anche di nuove attività.

associazione Opificio musicaleL'associazione Opificio musicale, con sede a San Giorio di Susa in provincia di Torino, intende promuovere l'educazione musicale per l'infanzia, la salvaguardia della tradizione musicale e del territorio delle valli alpine attraverso la realizzazione di corsi di musica per l'infanzia e di musica tradizione e laboratori scolastici di musica, in avviamento grazie anche al prestito di 9.000 euro erogato dalla MAG4.

Questi finanziamenti cercano di contribuire ad una diffusione di un'economia "mutualistica e solidale" con l'obiettivo di favorire i diritti fondamentali della persona senza discriminazioni.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter