La crisi non ha sorprendentemente, almeno sino ad oggi, un nome “ufficiale” e riconosciuto. Se ti interessano i segnali economico-finanziari, sempre più evidenti, di questa crisi ...

Gli articoli possono essere aggiunti da tutti i soci previo Login.

A Bruxelles l’ennesimo vertice interlocutorio

L’ultimo incontro per salvare l’euro tenutosi a Bruxelles a fine ottobre si è concluso molto prevedibilmente come da copione: dichiarazioni trionfalistiche dei politici alla fine del vertice, borse euforiche per un giorno, poi, subito dopo, la realtà delle cose prende di nuovo il sopravvento ...

Leggi tutto ...

Grecia, crisi di governo sfiorata e ricambio ai vertici militari

Papandreu riconferma il referendum. Destituito tutto lo stato maggiore militare, con una mossa inquietante. Cronaca degli ultimi giorni ateniesi ...

Leggi tutto ...

La Pace non si può costruire sulle armi

La rete degli armamenti avvolge il mondo, ma non contribuisce alla crescita di sviluppo e Pace; una serie di studi ed analisi ce lo dimostra ...

Leggi tutto ...

Libia, una missione da 192 milioni di euro

Gheddafi è morto ma la guerra durerà ancora molto. E i soldi continuano a scorrere per finanziare le operazioni militari ...

Leggi tutto ...

GEAB 58 - Sommario 2/2 - Primo semestre 2012: decimazione delle banche occidentali

In un certo senso, il sistema bancario occidentale sembra assomigliare sempre di più all'industria siderurgica occidentale nel 1970 ...

Leggi tutto ...

La capitalizzazione delle banche

Scartate, una per una, le altre soluzioni non rimane che nazionalizzare gli istituti in crisi. Ma come fidarsi degli stati? ...

Leggi tutto ...

GEAB 58 - Sommario 1/2 - Primo semestre 2012: decimazione delle banche occidentali

Come anticipato da LEAP/E2020, la seconda metà del 2011 sta vedendo il mondo continuare nella sua inarrestabile discesa verso la dissezione geopolitica globale, caratterizzata dalla convergenza delle crisi monetarie, finanziarie, economiche, sociali, politiche e strategiche ...

Leggi tutto ...

La crisi sprofonda. L'ultimo allarme di Trichet

La BCE prende atto che quel che ha fatto finora non è bastato. E l'Italia è quella che rischia di più: l'anno prossimo, 25 miliardi di deficit in più solo per il "premio al rischio" ...

Leggi tutto ...

La lotta del governo contro le cooperative

L’ultima manovra finanziaria (contenuta nel Decreto Legge 138/2011, convertito in Legge 148/2011), che ha lo scopo di anticipare il pareggio di bilancio al 2013, continua a smontare il sistema fiscale agevolato delle cooperative ...

Leggi tutto ...

Finanza, l'ultima occasione per un'altra Europa

La finanza è uscita dalla crisi del 2008 più aggressiva di prima, ha fatto scoppiare la crisi europea, specula ora su materie prime e ambiente. Ci sono lacci per legarla – tassa sulle transazioni, controlli sulle banche, fine dei paradisi fiscali – ma l’Europa è sempre troppo in ritardo ...

Leggi tutto ...

Le sfide di Dilma e i problemi del Brasile

La presidente del Brasile considera la crisi europea folle e minacciosa, anche per il più progressista dei Bric. Che incontra nella sua crescita parecchi dilemmi da risolvere ...

Leggi tutto ...

L'industria della guerra cresce, anche lontana dalle armi

Non solo produttori di armi, ma anche organizzazioni di sicurezza e di supporto logistico hanno beneficiato degli ultimi 10 anni di "boom" militare ...

Leggi tutto ...

USA, la catastrofe del bilancio

Il Senato degli Stati Uniti ha licenziato lunedì sera a tarda ora un provvedimento di emergenza che ha evitato un’imminente paralisi delle agenzie e degli uffici federali ...

Leggi tutto ...

La Cina non compra il debito-spezzatino

Pechino riluttante ad acquistare i bond europei. Una questione economico-politica, ma anche culturale ...

Leggi tutto ...

Il 27 settembre è l'Overshoot Day

L'umanità ha esaurito le risorse che la natura può fornire in un anno in maniera sostenibile ...

Leggi tutto ...

La pubblicità è l'anima della guerra

Il titolo dell'articolo non lascia adito a dubbi "La Dassault usa la guerra in Libia per spingere le vendite del Rafale" ...

Leggi tutto ...

GEAB 57 - Sommario - Quarto trimestre 2011: fusione esplosiva delle attività finanziarie globali

Come anticipato da LEAP/E2020 fin dal Novembre del 2010, e spesso ripetuto fino a Giugno del 2011, la seconda metà del 2011 è iniziata con un’improvvisa e più grande ricaduta nella crisi ...

Leggi tutto ...

Il conflitto fra islamici e laici in Libia

Il conflitto per il patrimonio della Libia e per i suoi enormi depositi nelle banche occidentali (160 miliardi di dollari secondo le stime più modeste) ...

Leggi tutto ...

Dubbi e zavorre sul miracolo indiano

L'economia continua a galoppare, ma più di un problema si addensa all'orizzonte. E dentro e fuori il paese si discute dei problemi di un modello che pareva miracoloso ...

Leggi tutto ...

Lo scenario peggiore

Diverse persone si chiedono quale sia lo scenario peggiore in seguito al crollo dei prezzi di borsa e al forte innalzamento dello spread tra BPT e Bund ...

Leggi tutto ...

E se domani?

In questi giorni di crisi economica, oltre alle parole e ai numeri, anche le date sono importanti. La prima è il 7 settembre 2011, domani ...

Leggi tutto ...

Euro Franco sopra 1.2, la Banca Nazionale Svizzera impone il cambio

In barba al gran blaterare dell'economia di mercato, ai mercati efficienti, al lasciar fare al mercato, al ruolo funzionale della speculazione ...

Leggi tutto ...

L'economia delle armi

Un dossier di "Mosaico di pace" per capire l'impatto dell'economia armata ...

Leggi tutto ...

Eurocrisi? un complotto USA, secondo la Francia

Una campagna denigratoria dell’America per distogliere l'attenzione dal proprio debito, dice la presidente degli imprenditori francesi ...

Leggi tutto ...

La resa dei conti: le ragioni di una crisi

Francesco Gesualdi, del Centro Nuovo Modello di Sviluppo, spiega la situazione economica in 4 brevi saggi ...

Leggi tutto ...

Libia, appunti da una guerra

Un conflitto alle porte dell’Italia. Da una parte un dittatore, Gheddafi, dall’altra gruppi di “ribelli”. In mezzo, forti interessi economici dei Paesi occidentali, rappresentati dalla Nato. Forse è per questo che l’informazione latita ...

Leggi tutto ...

Merkel-Sarkozy: un vertice contro l’Europa

Astratte promesse e concreti guai dal vertice franco-tedesco. Ma accettare questa Europa o uscirne sono due lati della stessa sconfitta: occorre lavorare per un'altra Unione ...

Leggi tutto ...

Cancellare il debito, uscire dall'Euro ... e se chiudessimo anche la Borsa?

Chi pensava che il tonfo delle borsa italiana del 10 agosto fosse stato uno "scivolone" causato ad una "irrazionale ondata di panico", dovrà ricredersi ...

Leggi tutto ...

La questione dei deficit pubblici e l’accanimento neo-liberista

Vediamo ancora brevemente la questione dei deficit pubblici negli Stati Uniti e in Europa, perché si tratta di una questione cruciale anche per tentare di uscir fuori dalle difficoltà ...

Leggi tutto ...

Cronologia dei salvataggi in Europa

Cronologia dei salvataggi, o delle pompose dichiarazioni della Grande Crisi in Europa ...

Leggi tutto ...

Gli 8 punti del presente incerto

Gli Stati Uniti e la Germania hanno di nuovo sostanzialmente raggiunto i livelli di produzione pre-crisi, gli altri paesi no. Per altro verso, le banche più grandi, la borsa e i profitti delle grandi corporation si sono un po’ dovunque e largamente ripresi rispetto alla caduta precedente. Ma accanto a questi segni di ripresa ci sono una serie di punti interrogativi molto grandi. Ve ne elenco solo alcuni ...

Leggi tutto ...

Italia inconsapevole verso il default

Mentre la situazione economica è quasi al punto di non ritorno si muovono i poteri forti: campane a morto per il governo ...

Leggi tutto ...

E tanti ne uccide la fame

I fili che legano la carestia nel Corno d'Africa, la crisi dei debiti sovrani e la crescita esorbitante delle spese militari ...

Leggi tutto ...

Il crollo del Washington Consensus

Il “Washington consensus” è sostanzialmente crollato dietro le risate generalizzate di quei paesi che una volta costituivano il cosiddetto “Terzo Mondo” ...

Leggi tutto ...

Berlino guarda a est, Washington si allontana

La diplomazia tedesca è guidata dal commercio estero. Le alleanze internazionali, mirate prima a Europa occidentale e USA, si dirigono verso mercati orientali più promettenti ...

Leggi tutto ...

Cause scandalo News International e il caso Murdoch

Le cause dello scandalo internazionale News Corp? Seguiamo i fatti. Rebecca Brooks in manette, James Murdoch indagato, Rupert Murdoch davanti al parlamento inglese, il responsabile di News of The World in manette, il capo di Scotland Yard dimesso ...

Leggi tutto ...

Default Minnesota: un caso di censura?

In Italia la notizia è stata data in prima battuta dal solo Corriere della sera e poi ripresa da una manciata di siti web, per lo più aggregatori: un fenomeno molto strano per un evento di questo genere ...

Leggi tutto ...

Usa, default sovrano per il Minnesota. Cade una "stella" dell'american dream

Mentre Obama tratta senza sosta per evitare il default agli Stati Uniti il Minnesota è fallito. «Shut down» compare su i cartelli affissi in tutti gli uffici pubblici dello Stato ...

Leggi tutto ...

La lotta di classe dei ricchi contro i poveri

Veniamo a questo punto più direttamente alla crisi e a come con il tempo i meccanismi sopra descritti contribuiranno a scatenare quello che qualcuno ha chiamato il socialismo per i ricchi e il capitalismo per i poveri ...

Leggi tutto ...

Il tasso d'Europa

La sentenza che i mercati attendevano da Francoforte è arrivata: la Banca centrale europea ha deciso di alzare di un quarto di punto il tasso di riferimento principale in Eurolandia, portandolo dall'1,25% all'1,50% ...

Leggi tutto ...