attivazione

La consulenza si rivolge ad un gruppo, un'associazione oppure un pezzo di cooperativa che già c'è, con un'idea che sembra buona e da cui può svilupparsi un'impresa sociale.

L'impresa sociale non è mai una avventura individuale, per cui è fondamentale confrontarsi, lavorare in gruppo, mettere in luce le qualità migliori di ognuno per rendere eccellente l'insieme.

Ci sono diverse forme associate in cui esercitare una attività di interesse sociale avente rilevanza economica: Cooperative, Associazioni, Società di mutuo soccorso (SMS), Organizzazioni non governative (per la cooperazione allo sviluppo).

Tutte queste organizzazioni possono essere ONLUS, definizione che identifica un regime fiscale specifico.

Saper cosa vogliamo fare serve a definire l'area in cui agiremo, il nostro mercato, la forma giuridica gli obiettivi, le strategie per perseguirli e quindi anche la forma che meglio si adatterà a noi.

Individuata la forma occorrerà predisporre Statuto e Regolamenti. Spesso da una occasione contingente nasce l'idea di impresa, è bene sapere andare oltre e riflettere sul futuro della nostra creatura.

Delineare a grandi linee l'area in cui vorremmo agire è fondamentale: serve per capire anche con chi ci troveremo prevalentemente a dialogare, per identificare le Tecniche e gli strumenti di comunicazione adeguati. Per questo sarà necessario elaborare un piano di fattibilità.

Il supporto di tipo organizzativo, gestionale, amministrativo, contabile, legale riguarda sia gli aspetti formativi che gli aspetti operativi del mettere in piedi la struttura e della scelta degli strumenti adeguati al perseguimento dei fini preposti.

Partire bene significa diventare indipendenti prima e lavorare meglio, imparare dall'esperienza e dagli errori altrui senza per questo rinunciare alle proprie idee e alle proprie risorse senza le quali la nostra impresa non esisterebbe. Per i gruppi che necessitano di un aiuto per la riorganizzazione la consulenza può rivelarsi l'investimento migliore che possiamo fare in quel dato contesto.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter