Da soli non si va da nessuna parte

una rete basata sulla fiducia è la miglior garanzia per qualsiasi progetto.

 primapagina

La MAG si impegna a costruire un’alternativa al sistema bancario tradizionale, proponendo un meccanismo di erogazione di prestiti e raccolta di denaro basato sulla fiducia reciproca, e sulla condivisione del capitale.

La MAG finanzia buone idee, progetti e realtà senza scopo di lucro, sostenibili economicamente e con una rete di persone che se ne prenda la responsabilità condivisa, al di là di quanti soldi ha in tasca, anche in assenza di beni patrimoniali da portare in garanzia.

Lo stretto legame territoriale - raccogliamo denaro ed investiamo denaro solo in Piemonte, Liguria, e Valle D’Aosta - permette un continuo contatto tra soci finanziatori e soci finanziati che si trovano quindi in relazione fiduciaria e democratica tra loro.

Essere soci@ di MAG4 significa sostenere un’attività apartitica e slegata dai capitali dei grandi gruppi economici e finanziari, e dai meccanismi dell’alta finanza. Non si punta ad avere il massimo rendimento possibile del proprio denaro, ma a capire dove e come viene impiegato.

Ci opponiamo fermamente alle speculazioni finanziarie che sviliscono lavoratori, ambiente e tessuto sociale a favore degli interessi di pochi.

Diamo credito alle buone idee!

 

Importante per gli enti del Terzo settore:

E' stato istituito il Registro unico nazionale del terzo settore (RUNTS). Dopo 3 anni la riforma vede finalmente una svolta. Invitiamo tutte le realtà interessate ad una consulenza a contattarci tempestivamente.

La sede ai tempi del Covid-19

In ottemperanza alle disposizioni ministeriali per il contrasto del Covid-19 si può accedere alla sede previo appuntamento.

Per informazioni e qualunque altra necessità siamo disponibili al telefono e via email.

L'operatività ai tempi del Covid-19

In questi tempi di pandemia il Governo sta producendo numerose nuove normative ed il tutto viene disposto con grande fretta, scarsa chiarezza e coerenza. Confusi come prima, o peggio di prima, tra un turno in ufficio, una mascherina e una riunione virtuale, ci siamo messi a studiare. Perché le novità riguardano non solo agevolazioni che la MAG4 potrebbe chiedere per sé (a dire il vero, quasi nulla), ma anche misure che possono tornare utili ai nostri soci.

Abbiamo chiaro che la parte più interessante è e sarà interrogarsi ancora di più sul senso della MAG4, in questo momento di chiusura, ma soprattutto per ciò che ci riserverà il futuro.

In questa comunicazione forse meno accattivante ma doverosa ci concentriamo sull’operatività che già abbiamo, ma che non per questo è meno rivoluzionaria.

Infatti oggi più che mai è necessaria una cooperativa forte e sana:
- per dare risorse a chi ne avrà bisogno, e magari non riuscirà ad accedere ai benefici statali: ricevere un incentivo tra quelli legati ai vari decreti sembra facile ma non lo è!
- per mettere davvero in pratica il mutualismo tra soci: ci sarà chi lavorerà più di prima e potrà versare di più in MAG4 e chi invece dovrà completamente reinventarsi e avrà bisogno di tutte le sue risorse ...
Molto dipenderà dalla fiducia dei nostri soci finanziatori e dalla capacità di restituzione dei nostri soci finanziati.

I prestiti erogati dalla MAG4 sono fatti con il capitale sociale dei soci e con i libretti di prestito sociale. Se per legge, e giustamente, si può richiedere una moratoria dei finanziamenti ovviamente il nostro flusso di cassa ne risente. Quanti soci ce la chiederanno? Difficile prevederlo. Il CdA ha fatto delle stime che ci hanno aiutato a capire che dobbiamo momentaneamente rallentare anche le richieste di recesso e di prelievo dai libretti, per mantenere in equilibrio il funzionamento della cooperativa.