Cascina Roccafranca

Da Consumatore a Cittadino

 

 

Dopo l’euforia sviluppista e i “boom economici” da tempo la perdita di senso accompagna l’uomo occidentale, in particolare quello urbanizzato. Ad una crescita, pur anche risicata, della produzione di “nuova ricchezza” non si rileva un corrispondente miglioramento del benessere, della sicurezza e della stabilità, del senso della comunità. Ci si sente soli e disorientati, di fronte a processi che non si è in grado di comprendere e di cui ci si sente inconsapevolmente responsabili.

Questo progetto intende misurarsi su alcuni degli ambiti in cui attualmente ci sembra necessario e urgente un cambiamento degli stili di vita come l'alimentazione, la gestione dei rifiuti, l'energia, le risorse, la finanza.

“Da consumatore a cittadino” vuole essere l’occasione di sperimentare come cambiamenti - apparentemente piccoli - nella nostra quotidianità sono capaci di farci vivere in modo migliore dal punto di vista ambientale ma anche più ricco sotto l’aspetto relazionale. Crediamo che attraverso questo processo i cittadini possano recuperare il piacere della partecipazione attiva alla vita del loro territorio, che è co-responsabilità nella gestione di ciò che è della collettività e riscoperta di quel benessere che è possibile solo in una comunità che si riconosce come tale.

Si è deciso di operare su tre piani:

la consapevolezza: partendo dalla riflessione sulle scelte quotidiane si procede ad una valutazione del proprio stile di vita attuale, ad un approfondimento delle conoscenze anche teoriche in tema di consumo consapevole e all’individuazione dei cambiamenti che si reputano necessari in termini di quantità e qualità dei propri consumi, non solo per un risparmio economico ma anche per il miglioramento della qualità della vita;

lo scambio e il confronto: attraverso i gruppi di discussione i partecipanti possono rafforzare le loro motivazioni al cambiamento condividendo con gli altri difficoltà, soddisfazioni e progetti concreti;

la diffusione: attraverso la valutazione di quale impatto questi cambiamenti potrebbero avere, se estesi su scala più ampia, i cittadini coinvolti nel progetto possono a loro volta farsi promotori dell’attuazione, sul territorio, di nuovi stili di vita (creando ad esempio gruppi d’acquisto a sostegno delle realtà dell’economia locale, ma anche impegnandosi in attività legate al commercio equo, alla finanza etica, al turismo responsabile, alla protezione dell’ambiente, alla solidarietà sociale...).

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter