Il 2016 che verrà

Dopo un fine anno 2015 emozionante che ha visto i lavoratori di MAG impegnati nella corsa per l'iscrizione all'albo degli operatori di microcredito che poi è risultata non necessaria, il 2016 inizia con la cancellazione dall'albo degli intermediari finanziari, l'accettazione ufficiale da parte di Banca d'Italia e il conseguente inizio di un nuovo capitolo della storia di MAG4 (vedi articolo a pagina 2).


I primissimi mesi del 2016 portano anche belle notizie dal settore rientri: si è chiuso lo storico finanziamento concesso alla cooperativa PAN, sono arrivati i primi 18 mila euro da un garante a copertura di un finanziamento in ritardo e iniziano ad arrivare i primi versamenti dai garanti di un altro finanziamento, a dimostrazione dell'esistenza di forti reti intorno alle realtà finanziate e di una sempre più buona gestione del settore.

Anche il settore finanziamenti nei primi mesi del 2016 ha avuto il suo da fare: sono stati già erogati 3 prestiti di cui uno di ben 95 mila euro ad una cooperativa già finanziata 10 anni fa.

Anche nel settore consulenze c’è fermento: abbiamo ricevuto quattro richieste che si spera si concretizzeranno in qualche nuova consulenza.

Tra gennaio e febbraio abbiamo avuto la consueta revisione biennale ministeriale, conclusasi con esito positivo, senza alcun tipo di osservazioni.

Sempre vivo è il rapporto con le altre MAG. In particolare, continua il tentativo di influire a vari livelli sulla normativa allo scopo di modificarla a favore del mondo MAG e procede il confronto tra le MAG su molti aspetti operativi.

Passiamo ai numeri: nei primi mesi dell'anno ogni settore ragiona sul preventivo economico annuale e il settore amministrazione li mette insieme.
Il preventivo 2016 non si discosta molto da quanto preventivato per l'esercizio 2015: in sintesi si prevede un sostanziale pareggio.
Ne riportiamo i principali valori, arrotondati per comodità di lettura.

  Preventivo Anno 2016 Anno 2015 Anno 2014
Ricavi      
Interessi attivi 116.000 137.100 150.300
Consulenze 20.800 25.000 32.500
Varie 24.000 19.200 54.500
Tot ricavi 160.800 181.300 237.300
Costi      
Lavoratori 104.900 109.200 120.700
Gestione sede 14.300 13.200 13.500
Relazione con i soci 5.000 5.100 4.300
Accantonamenti e perdite su crediti 26.200 32.500 63.600
Imposte, tasse e problemi 10.200 17.100 31.200
Tot Costi 160.600 177.100 233.300
Risultato annuale 200 4.200 4.000

Per il 2016 si prevede un leggero calo di tutte le voci dei ricavi. Nei costi, si prevede un leggero calo della voce lavoratori spiegato da una riduzione delle ore di lavoro previste per il 2016, nell'ordine di 150 ore annue. La voce Accantonamenti e perdite su crediti comprende l'accantonamento al fondo rischi su crediti che per il 2016 è stimato a 4.500 euro. Aggiornamenti in assemblea.

Alla luce delle deliberazioni del Cda di febbraio e dei finanziamenti precedentemente concessi, ci troviamo nuovamente ad avere scarsa liquidità per le richieste di finanziamento future.
Questo da un lato ci riempie di orgoglio perché significa che molte realtà ci accordano la loro fiducia, di contro se a breve dovessero arrivare richieste di finanziamento saremmo in difficoltà ad accettarle. Quindi se qualche socio avesse il pensiero di fare un aumento di capitale sociale presso la Mag questo sarebbe un ottimo momento per investire ulteriormente nel mondo dell'economia solidale, date le tante richieste arrivate e per evitare di doverne rifiutare in futuro.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter