#1MilionediFirme per la Tassa sulle Transazioni Finanziarie

MAG4 firma e promuove l'appello della campagna 005 per la tassa contro le speculazioni finanziarie.

Logo ZerozerocinqueLa campagna 005, che da tempo si batte per l'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie, lancia sul proprio sito, l'iniziativa " 1 milione di firme" per dimostrare a tutte le autorità che stanno discutendo la proposta, che l'opinione pubblica è favorevole e sensibile su questo tema.

La TTF andrebbe a colpire le transazioni finanziarie riguardanti lo scambio di: azioni, obbligazioni, valute e derivati, sia sui mercati regolamentati che su quelli over the counter. La tassa è stata studiata non per colpire l'entità, bensì il numero d'operazioni. Infatti i soggetti maggiormente colpiti sarebbero quegli operatori che scambiano con un ottica di breve e brevissimo periodo, che contribuiscono, così facendo, ad aumentare l'insatabilità dei mercati.

Uno studio dell'Austrian Institute for Economic Research ha stimato che una tassManifestazione del 22 giugno 2012 a piazza Montecitorio a Romaa dello 0,05%, applicata globalmente, produrebbe un gettito che varia tra i 500 ed i 1000 miliardi di dollari l'anno, tenuto conto anche della riduzione del numero delle operazioni a seguito dell'introduzione della tassa. Tale gettito, oltre ad essere usato per creare stabilità finanziaria, potrebbe essere destinato a favore di nuove e più fruttuose politiche sociale e ambientali.

Per firmare e far firmare l'appello andare alla seguente pagina.

La MAG4 da oltre vent'anni opera nell'ambito della finanza etica, finanziando quelle realtà che si basano su valori quali: la trasparenza, la democraticità, la partecipazione, l'inserimento dei soggetti svantaggiati e la tutela dell'ambiente. Proprio per questo ha deciso di firmare l'appello, per ribadire ancora una volta uno dei principi cardini che è alla base della propria attività: la finanza che deve essere al servizio delle persone e non le persone a servizio della finanza.

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter